Italiani ingrassati per il lockdown: uno su due ha preso almeno 2 chili

Che dopo la quarantena avremmo trovato tantissimi italiani ingrassati lo immaginavamo. Le giornate trascorse tra le mura di casa e i deliziosi manicaretti che hanno impegnato un po’ tutti hanno fatto lievitare anche le nostre figure. Ma sapevi che addirittura un italiano su due è ingrassato durante il lockdown?

Proprio così. Da uno studio condotto effettuato presso l’Università di Roma Tor Vergata è emerso un quadro sconfortante. Uno degli effetti della quarantena per l’emergenza dovuta al Covid-19 sarebbe stato proprio l’aumento di peso, e questo per almeno il 50% degli italiani.

La ricerca si incrocia con altri dati e fornisce ulteriori dettagli. Una stima di Coldiretti, ad esempio, aveva stabilito che la spesa di cibo degli italiani durante la famigerata fase 1 sia aumentata del 18%.

Italiani ingrassati in quarantena: la ricerca

Gli esiti della ricerca sul lockdown hanno generato numerosissimi commenti. Per citarne uno, Assolatte ha affermato che si rende necessario un regime alimentare che faccia perdere i chili accumulati durante l’immobilità della quarantena. In Italia infatti una gran parte della popolazione è in sovrappeso, mentre una persona su dieci è obesa. Preoccupa soprattutto l’obesità infantile in aumento, già favorita dalle abitudini di bambini e adolescenti sedentari anche prima del lockdown.

Non perderti  Grassi saturi e malattie cardiache: la scienza ha sempre sbagliato?

Ma quali sono i motivi che hanno dato come risultato italiani ingrassati di almeno 2 chili in appena due mesi? Non tutti hanno seguito una dieta in quarantena e non tutti hanno avuto la possibilità di allenarsi a casa. Abitudini di vita a parte, sembra quasi che l’Italia abbia cercato nel cibo consolazione alla paura e alla mancanza di contatti sociali. Queste emozioni, unite all’inattività forzata, hanno lasciato il segno sulla forma e sull’addome di molti.

Rimedi all’aumento di peso da Lockdown

Per ritrovare il peso ideale la stessa l’Associazione italiana lattiero casearia, per la Fase 2, consiglia di abbinare attività fisica alla migliore gestione dell’alimentazione.

Latte, yogurt e formaggi, secondo Assolatte, rappresentano la soluzione migliore per una strategia che aiuti a perdere peso; punterebbe infatti sulle proteine che hanno un alto potere saziante. Saranno consigli “di parte”? In ogni caso occorrerà rivalutare le abitudini alimentari degli ultimi tempi.

Un ottimo aiuto in questa stagione viene dalla grande varietà di frutta e verdura; costituiscono infatti una riserva naturale di vitamine per un apporto calorico sano ed equilibrato. Una buona dose di proteine e grassi naturali come l’olio di cocco e la ripresa di una attività motoria faranno il resto.

Non perderti  Crampi alle gambe e crampi notturni: rimedi e prevenzione

A questo punto, decidere di intraprendere una dieta dimagrante più o meno equilibrata è d’obbligo. Che sia una dieta per sedentari, una dieta chetogenica o una dieta Plank poco cambia. Quel che è certo è che usciti dal lockdown gli italiani ingrassati e appesantiti avranno un bel da fare per rientrare nei propri abiti.

Hai preso peso in quarantena? Condividi la tua esperienza nei commenti!

Un articolo di dimagrire 2.0 pubblicato il 15 Maggio 2020 e modificato l'ultima volta il 15 Maggio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *