Training autogeno per dimagrire: via ansia e chili di troppo

Perché scomodare addirittura il training autogeno per dimagrire? Partiamo dal principio. Chi di noi, in preda a un periodo di vita frenetica o caratterizzato da ansie e stanchezze, non ha ceduto più volte a junk food, cibi pronti o dolci e snack in grado non solo di saziarci ma anche di coccolarci? Da sempre il cibo viene associato alla gratificazione: si mangia quando si sta bene ma, soprattutto, si mangia quando si sta male.

L’estrema stanchezza, il nervosismo, lo stress e l’ansia se in alcuni momenti possono, come si suol dire, chiuderci lo stomaco, in altri possono addirittura scatenare un bisogno di cibi gratificanti in grado di farci dimenticare per pochi minuti tutto. Un po’ come succede a Bridget Jones nella famosa scena di All by myself.

Insomma, lo stress fa ingrassare. Non è solo complice di picchi di fame esagerata e disordini; è anche il responsabile di una produzione maggiore di ormoni come il cortisolo che aumentano la produzione di zuccheri nel sangue e, di conseguenza, rallentano il metabolismo.

In condizione di stress, quindi, si mangia di più, si mangia peggio e si consuma meno. Una bomba ad orologeria per il nostro corpo.

Cosa fare quindi, a parte pensare di fuggire su un’isola deserta?

Training autogeno: controllare l’ansia e rimettersi in forma

C’è sempre qualcuno che ti dice “Devi rilassarti!” e il tuo cervello riceve stimoli alternati che vanno dal mandarlo a fare un giro molto lontano da te al “Facciamoci un aperitivo a base di Fiori di Bach”. Per quanto questo consiglio possa sembrare ovvio e a volte anche invadente, effettivamente il rilassamento ha una funzione importantissima sulla nostra forma fisica e, quindi, anche sulla nostra salute.

Non perderti  Peso ideale: come si calcola in base all'età e all'altezza

Da millenni, tutte le varie tradizioni e i filosofi hanno visto nelle tecniche di rilassamento contro l’ansia una delle più efficaci soluzioni per vivere meglio; questo allo stesso tempo significa anche riuscire ad ottenere o mantenere una buona forma fisica.

Il potere della nostra mente è immenso e quando siamo centrati, equilibrati e sereni non abbiamo bisogno di rimpinzarci quotidianamente di cibo spazzatura.

Questo nostro approfondimento vuole portarti alla scoperta del training autogeno per dimagrire come conseguenza del ritrovamento del giusto equilibrio mentale.

Training autogeno: cos’è

Il training autogeno è una pratica di rilassamento mentale che aiuta a favorire l’equilibrio tra mente e corpo. Il suo significato letterale è Allenamento creato da noi stessi, e già questo ci porta a capire quanto questa pratica sia incentrata sul ritrovare la consapevolezza di noi stessi e quindi le risorse interiori per allontanare lo stress e ritrovare una forma fisica ottimale.

Imparando a utilizzare meglio le nostre risorse mentali, avremo modo di acquisire giorno dopo giorno tutti gli strumenti che ci porteranno a vivere lontani dall’ ansia e dai suoi risvolti negativi, come appunto quello dello sfogo nel cibo.

Perché meditare per dimagrire?

Recenti studi condotti dalla Harvard Medical School hanno rilevato quanto lo stress e l’ansia influiscano negativamente sulla nostra forma fisica; utilizzando un campione di soggetti, hanno evidenziato che la meditazione e le pratiche di training autogeno favoriscono effettivamente il dimagrimento. Nella stessa direzione di compensazione emotiva, i fiori di bach per dimagrire incontrano sempre maggiori consensi.

Capita a tutti di sentire la mancanza di qualcuno, di non sentirsi all’altezza di una situazione, di essere arrabbiati per un contratto di lavoro andato male, di essere delusi da un amico o un familiare. Il punto è che ogni frustrazione spesso porta a sfogare il tutto mangiando snack e facendosi assalire da voglia di dolci e cibo spazzatura. Una soluzione comoda, economica e a portata di mano che in pochi minuti ci appaga ma immediatamente dopo genera ulteriore frustrazione perché sappiamo di esserci fatti del male.

Non perderti  Metabolismo lento? Attivalo con il caffé

Grazie a questi studi sono stati alaborati diversi esercizi di rilassamento e meditazione per dimagrire. Questo tipo di training autogeno risulta essere particolarmente efficace perché ci permette di fermarci per qualche minuto prima di fare danni e di capire, grazie alle nostre stesse risorse interiori, se abbiamo effettivamente bisogno di quel cibo o se ci serve solo per placare il senso di frustrazione.

Ti va di provarlo?

Esercizi di rilassamento per dimagrire: training autogeno e meditazione contro l’ansia

Sulla base degli studi più aggiornati, l’esperta di medicia orientale Tiffany Cruikshank, nel suo libro Meditate your weight, ci porta in viaggio alla scoperta della meditazione per dimagrire e ci aiuta attraverso alcuni esercizi utili a ritrovare il nostro baricentro e la consapevolezza di potercela fare grazie a noi stessi.

1. No al junk food con il Training autogeno

Il primo esercizio aiuta ad allontanare il desiderio di cibi spazzatura  attraverso il mantra “Di cosa ha davvero bisogno il mio corpo?”. Quando senti arrivare quell’irrefrenabile voglia di aprire frigo e mobili alla ricerca di dolci, cioccolato, patatine e snack vari, soprattutto fuori dall’orario dei pasti, fermati e concentrati sul tuo respiro per 5 minuti. Rifletti su ciò che ti fa sentire quel bisogno; magari hai litigato con qualcuno, magari vorresti di più da una persona o forse da te stesso. Chiediti se davvero basta del junk food per risolvere tutto e di cosa ha realmente bisogno il tuo corpo.

Non perderti  Ecco perché non dovresti mai mangiare dopo le 7 di sera

2. Mantra per dimagrire: come nutri il tuo corpo?

Il secondo esercizio aiuta a capire in che modo mangiamo e il mantra associato è “Il mio corpo merita di essere nutrito bene”. Fermati per 5 minuti, respira e pensa a tutti i modi in cui puoi nutrire il tuo corpo attraverso il nutrimento della mente: leggere un libro, telefonare a un amico, prenderti cura di te con un bagno caldo o una maschera per il viso, una passeggiata al parco, la preparazione di un dolce sano per la colazione del giorno dopo. Focalizzati su te stesso e pensa a quanti modi esistono per sentirsi serenti e appagati senza il bisogno di merendine e dolcetti.

3. Consapevolezza delle abitudini

Il terzo esercizio di training autogeno per dimagrire permette di capire quale sia il modo migliore di nutrire il nostro corpo; il mantra associato è “Io sono il mio carburante”. Un regime alimentare non è solo una tabella di calorie e nutrienti, ma è la somma di tutte le nostre abitudini e delle reazioni del nostro corpo. Impara a riconoscere le risposte del tuo organismo, ascolta le reazioni come la fame nervosa, comprendi cosa ti fa sentire meglio, più energico e più proattivo e dedicati quotidianamente alla scoperta degli alimenti migliori per vivere in forma.

Per un’efficacia duratura ti suggeriamo di seguire questo piano di meditazione e training autogeno per dimagrire per almeno 21 giorni, ovvero il periodo necessario alla nostra mente per acquisire nuove e sane abitudini.

Hai mai provato tecniche di rilassamento di training autogeno? Condividi la tua esperienza nei commenti!

Un articolo di dimagrire 2.0 pubblicato il 14 Dicembre 2019 e modificato l'ultima volta il 26 Gennaio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *