Esaurimento mentale: l’esercizio aerobico come la corsa aiuta il cervello a riprendersi

Secondo una nuova ricerca, l’esercizio aerobico, come la corsa, può aiutare il cervello a riprendersi dall’esaurimento emotivo e mentale e dal burnout.

La possibilità può derivare dal fatto che questo tipo di aerobico fornisce il recupero dei processi cognitivi e del sistema nervoso; permetterebbe, in altri termini, di farli funzionare in modo più efficace. Scopriamo cosa accade.

Esaurimento mentale e burnout

Stress, superlavoro e programmi troppo carichi possono tutti contribuire al sovraccarico cognitivo, lasciandoci emotivamente svuotati e facilmente sopraffatti. Quando questo accade si parla di esaurimento mentale, uno stato che può portare al burnout se diventa cronico. A sua volta, questa condizione aumenta il rischio di una serie di problemi di salute come il diabete e le malattie cardiache.

Ma cosa fare? C’è una cura per esaurimento emotivo o mentale? Le strategie che si basano sulla distrazione, come guardare la TV, si sono dimostrate inefficaci, secondo un nuovo studio sulla rivista Physiology & Behaviour. Ma, a quanto pare, basta una sola sessione di esercizio aerobico ad aiutare seriamente chi soffre di questo tipo di disturbo. Servirà anche a potenziare il cervello?

Non perderti  Diabete: mangiare più fibre allunga la vita. Si a pane e pasta integrali

La ricerca: esaurimento nervoso e attività aerobica

La ricerca si è svolta sull’esame di 99 adulti sani, a cui è stato chiesto di eseguire 60 minuti di test cognitivamente impegnativi per indurre l’esaurimento mentale. A questo punto si è disposta una divisione in tre gruppi: il primo ha eseguito 30 minuti di esercizio moderato su una cyclette; il secondo ha compiuto 30 minuti di una semplice routine di stretching per la parte inferiore del corpo; il terzo, infine, ha guardato una sitcom di 30 minuti.

Trascorsa la mezz’ora, ognuno ha avuto la sua valutazione per umore, stanchezza, irrequietezza, capacità cognitiva percepita, motivazione e prestazioni di flessibilità cognitiva. Gli appartenenti al gruppo di esercizi hanno mostrato un recupero significativamente migliore in molte di queste aree; soprattutto, ne hanno risentito positivamente l’umore e la flessibilità cognitiva.

Non è la prima volta che un periodo di attività aerobica moderata è associato a una tregua mentale. Un precedente studio che utilizzava 30 minuti di esercizio fisico ha mostrato miglioramenti nella memoria, nel ragionamento e nell’organizzazione. Una ricerca recente, inoltre, ha messo in luce che l’esercizio fisico rafforza la memoria.

Non perderti  Potenziare il cervello in 3 giorni: ecco come fare

Esaurimento mentale e sport: cosa accade veramente?

Il meccanismo è probabilmente correlato al modo in cui anche solo mezz’ora di attività è in grado di migliorare la risposta del sistema nervoso centrale; è questo, infatti, il pensiero del secondo il coautore del recente studio, il dottor Philipp Zimmer, ricercatore presso l’Istituto per lo sport e la scienza dello sport presso l’Università di Dortmund in Germania. In un’intervista a Runner’s World, il medico ha affermato che i compiti mentalmente impegnativi possono sovraccaricare proprio il sistema nervoso, oltre a ridurre le prestazioni cognitive in generale.

“L’esercizio fornisce quel processo comunemente definito strategia di rigenerazione cognitiva”, ha detto Zimmer. “Fondamentalmente, fornisce il recupero per i tuoi processi cognitivi e il sistema nervoso in modo che possano funzionare in modo più efficace”.

Insomma, non ci resta che correre! E se ancora non hai deciso di dedicarti ad una buona e sana attività fisica, ecco un altro ottimo motivo per farlo.

Un articolo di Arianna Cosentino pubblicato il 1 Ottobre 2021 e modificato l'ultima volta il 1 Ottobre 2021

Arianna Cosentino

Calabrese DOC, è attenta alla salute come nessuno. Ama mangiare sano ma non rinuncia al gusto ed è alla continua ricerca degli accostamenti culinari più ricercati. Gestisce una scuola di danza moderna e classica dove tiene anche dei corsi di Pilates.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *