I capelli grigi possono tornare al loro colore naturale, lo dice la Scienza

I capelli bianchi possono tornare al loro colore naturale? Sembra proprio di sì. Nessuna tintura: par ritrovare il colore perduto della gioventù basta tanto sano relax. Uno studio della Columbia University afferma che il processo di invecchiamento che porta ai capelli grigi può essere invertito, almeno temporaneamente.

In particolare si è ricostruito un modello al computer per comprendere come si verifica il processo di invecchiamento dei capelli con l’età e come risposta allo stress.

Lo studio è nato per trovare prove di ripigmentazione capelli secondo un processo naturale. I ricercatori hanno identificato 323 proteine ​​che ci informano se un capello era grigio, bianco o colorato in qualsiasi momento della sua storia. Quindi hanno tagliato i capelli colorati e grigi di 14 partecipanti che hanno elencato e verificato lo stress della loro vita nell’ultimo anno.

Capelli grigi e inversione: perché è possibile

Attraverso una tecnica sono state digitalizzate e quindi esaminate le più piccole variazioni di colore dei capelli. I modelli studiati hanno permesso di rivelare che alcuni capelli bianchi avevano ripreso colore. Secondo gli studiosi, è possibile individuare il momento in cui i capelli hanno iniziato ad invecchiare e, dunque, scoprire cosa abbia potuto scatenare il cambiamento.

Non perderti  Mangiare un hotdog accorcia la vita di 35 minuti: i risultati di uno studio

Sappiamo che esiste una connessione tra l’invecchiamento dei capelli e stress elevato. Fin qui, niente di nuovo. Quello che non si sospettava è che potrebbe essere vero anche il contrario. In altre parole, eventi antistress possono riportare il colore alle fibre esauste dei capelli grigi. Insomma, i capelli bianchi possono tornare neri.

Questo è ciò che lo studio ha scoperto quando ha confrontato la storia proteica dei capelli (che crescono a un centimetro al mese) con la storia dei loro proprietari. Alcuni capelli di colore normale erano effettivamente grigi nell’ultimo anno, ma sono tornati al loro colore normale quando la condizione di stress vissuta era stata superata. L’ennesima prova che lo stile di vita sano ha incidenza su ogni aspetto della nostra salute?

“Non sono rimasto sorpreso da nessuno dei fattori di stress che corrispondono all’ingrigimento; mi sono sorpreso nel vedere quanto forte abbia avuto un impatto una vacanza sull’inversione del processo“. Sono state queste le parole di Ayelet Rosenberg, autrice principale dello studio. “Un partecipante ha fatto un viaggio di 2 settimane e, sorprendentemente, cinque dei suoi capelli hanno riacquistato colore”.

Non perderti  La dieta di Cristiano Ronaldo: ex chef rivela il suo segreto

Inversione dei capelli bianchi e stress

Prima di entusiasmare l’industria del turismo, tuttavia, c’è ancora molto da definire sul processo di inversione dei capelli bianchi. Saranno sicuramente necessari ulteriori studi, ad esempio, per scoprire se questo effetto di ripigmentazione dei capelli si verifica anche dopo i 40 anni. Infatti, niente è accaduto ai pochi over 40 nello studio della Columbia. E la ragione, si pensa, potrebbe essere ricercata nel ruolo delle cellule staminali che dopo una certa età smettono di prodursi. Tuttavia, se si riuscisse a replicare questi risultati – e la pandemia ci ha regalato un evento stressante che potrebbe essere mappato sui capelli in tutto il mondo – le implicazioni sarebbero straordinarie.

Come mai diamo tutta questa importanza ai capelli bianchi? Sappiamo benissimo e ci viene detto costantemente che lo stress eccessivo che porta anche all’esaurimento mentale è un killer e dovremmo combatterlo con consapevolezza, esercizio fisico, sonno e il resto della lista che è a tutti familiare. Ma il pericolo sembra lontano perché le manifestazioni dello stress sono interne. Nessuno si sveglia al mattino e riesce a vedere le proprie arterie calcificate fissarsi allo specchio. Quando si tratta di nuovi capelli bianchi, però, non ci riconosciamo più e l’angoscia arriva.

Non perderti  Adolescenti sedentari: l'81% si muove poco. Allarme dell'OMS

Insomma, almeno per questa volta la vanità umana potrebbe salvarci, perché nel nostro futuro mondo della medicina preventiva potremmo finalmente trovare una ragione “valida” per occuparci di combattere lo stress. Quando vedono con i propri occhi gli effetti dei fattori stressanti, le persone sono più propense a interessarsene e, forse, a darsi da fare per attivare il cambiamento.

Il cambiamento del colore di capelli è una vera e propria spia del nostro stato di salute, perché indica le variazioni che si verificano a livello cellulare. “Il risultato ideale sarebbe che un giorno i medici fossero in grado di utilizzare il pigmento dei capelli come strumento diagnostico, utilizzando il nostro metodo. Se qualcuno ha avuto un’improvvisa comparsa di capelli grigi, varrebbe la pena guardare i livelli di stress che corrispondono a quel momento della loro vita”.

Un articolo di Alice Borghesini pubblicato il 2 Ottobre 2021 e modificato l'ultima volta il 2 Ottobre 2021

Alice Borghesini

Da sempre coltiva una grande passione per la scrittura che recentemente ha rivolto anche al mondo web. E' sempre alla ricerca delle ultimissime notizie in tema di salute e vita sana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *