Fame nervosa addio: come combatterla in 7 mosse

Ti è mai capitato di avere una voglia irrefrenabile di cibo e di riuscire in pochi minuti a consumare tutto quello che ti trovi davanti? Si parla in questi casi di fame nervosa. Oggi vedremo cosa accade e come combatterla.

Le cause possono essere biologiche o psicologiche; a volte è il meccanismo di controllo dell’ipotalamo che viene alterato per la presenza di alcune condizioni (ad esempio, diminuzione della glicemia). Nella maggior parte dei casi, però, la causa della fame nervosa va ricercata nelle emozioni.

Mangiare e non avere fame è un comportamento attraverso il quale utilizziamo il cibo come fonte di sfogo per le emozioni negative. Che si tratti di tristezza, frustrazione o rabbia, il cibo con risponde al bisogno di nutrizione del corpo ma risponde ad esigenze emotive o affettive.

Fame nervosa: sai come riconoscerla?

Non sempre è facile distinguere la fame nervosa da quella fisiologica. Ci sono però degli aspetti che ci permettono di individuarla.

Prima di ogni cosa, la fame nervosa non si calma con ogni tipo di alimento ma si soddisfa facendo ricorso a cibi che solitamente fanno male alla salute. Sono i cosidetti comfort food: gelati, cioccolata, patatine, dolci e “schifezze” varie.

LEGGI ANCHE  Con questa bevanda magica bruci i grassi mentre dormi

Un altro campanello d’allarme consiste nell’individuare in quale momento arrivano gli attacchi di fame. Che sia un litigio, una giornata storta o semplicemente un momento di stanchezza, se la voglia di cibo si presenta sotto forma di fame compulsiva e arriva in uno di questi momenti, è molto facile che ci si trovi in presenza di fame nervosa.

Infatti, attraverso il cibo si attivano dei meccanismi che portano ad attutire la tensione. Aiuta a combattere le emozioni negative e porta quella distensione che senza l’attacco al cibo non penseremmo di poter raggiungere.

Come combattere la fame nervosa

Se pensi che l’incursione notturna al frigorifero o al barattolo di Nutella sia dovuta ad attacchi di fame nervosa, ecco alcuni suggerimenti che possono aiutarti a superare efficacemente questa abitudine.

1. Qual è la causa della tua fame nervosa?

Prima di tutto cerca di capire quale tipo di emozione provoca la fame nervosa. Provi rabbia o tristezza? Hai veramente fame? Ascoltare il proprio corpo è il primo passo per capire se il cibo soddisfa un bisogno di nutrirsi o se risponde a un bisogno psichico.

LEGGI ANCHE  Dieta veloce: consigli e alimenti per perdere peso in pochi giorni

2. Quali vantaggi ottieni se mangi?

Farsi questa domanda aiuta a comprendere se veramente mangiare quel cibo può apportare un beneficio o se invece serve solo a fogare le emozioni negative. In questo modo saremo più consapevoli delle nostre scelte e capiremo come placare la fame migliorando anche il rapporto con il cibo.

3. Non farti la guerra

Se comunque non hai gestito la fame e hai divorato tutto quello che hai incrociato sul tuo cammino, accetta il momento per quello che è. Farai meglio la prossima volta.

4. Dedicati ad un’attività fisica

Fare esercizio fisico è un ottimo modo per distogliere l’attenzione dal cibo e controllare la fame nervosa. Non solo: muoversi combatte le emozioni negative e permette una migliore ossigenazione del nostro corpo. Un’attività fisica costante aiuta a combattere la fame nervosa: provare per credere!

Oltre all’esercizio fisico “tradizionale” possiamo pensare a dedicarci a tecniche di rilassamento come il training autogeno, lo yoga o il pilates. Se il tuo obiettivo è come controllare la fame nervosa, sappi che praticare costantemente aiuta come poche altre attività.

LEGGI ANCHE  10 alleati bruciagrassi per una splendida forma

5. Scegli gli alimenti giusti

Se proprio non riesci a frenare gli attacchi di fame, tieni a disposizione alimenti sani e ricchi di fibre. In questo modo, finchè non avrai imparato come calmare il nervoso, potrai attutire i danni delle cattive abitudini alimentari.

6. Fai più spuntini al giorno

Un altro consiglio utile per arginare gli attacchi di fame è quello di fare almeno due spuntini al giorno, uno al mattino e uno al pomeriggio. In questo modo certamente aiuteremo il nostro organismo a dare meno segnali di fame. Per questi pasti è indicato il consumo di frutta secca e semi oleosi. Contengono infatti triptofano, un amminoacido che aiutando la produzione di serotonina aiuta anche a migliorare l’umore.

7. Fame nervosa rimedi naturali

Infine, possiamo aiutarci con rimedi naturali. Quali scegliere? Possiamo scegliere in base alle caratteristiche della nostra fame nervosa rimedi più indicati. Tiglio, melissa, angelica e passiflora sono le piante indicate per gli stati d’ansia. Glucomannano, gomma guar e cellulosa si gonfiano in acqua e aiutano a togliere la fame, perché permettono di raggiungere velocemente il senso di sazietà.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi social!