Ecco perché non dovresti mai mangiare dopo le 7 di sera

Molti di noi hanno l’abitudine di mangiare a tarda notte, magari guardando un film o qualche programma TV. Se questo a volte può sembrarci un momento di sano relax, non tutti sanno che mangiare dopo le 7 di sera rappresenta un rischio per la salute. Mangiare la sera tardi, infatti, può aumentare il rischio di infarto e accorcia le aspettative di vita.

E’ quanto emerso da uno studio condotto in Turchia da un pool di cardiologi, che hanno esaminato 700 adulti tra i 18 e i 65 anni. L’obiettivo della ricerca è stato determinare la differenza tra ciò che le persone mangiano e l’orario dei pasti. Lo studio ha esaminato una serie di indicatori. I più importanti sono stati:

  • Varietà di cibo che i partecipanti hanno consumato durante il giorno
  • Quantità di sale aggiunta ai cibi
  • Presenza o assenza di prima colazione
  • Orario in cui i partecipanti hanno consumato il pasto serale

Tra i vari esiti della ricerca, gli scenziati hanno scoperto che coloro che avevano cenato a tarda ora hanno registrato un impatto negativo sulla pressione sanguigna durante la notte. La scoperta più sorprendente è stata la rivelazione che consumare l’ultimo pasto della giornata meno di due ore prima di andare a dormire è molto più pericoloso dell’assunzione di cibi salati.

Slimcup 300x270
Non perderti  La dieta dell'acqua: torni in forma a costo zero

Lo studio ha quindi dimostrato che l’orario in cui le persone consumano i loro pasti è altrettanto importante della composizione del pasto. Per questa ragione è importante programmare correttamente ogni pasto. Una dieta sana comporta non solo l’esigenza di mangiare cibi sani ma anche quella di assicurarsi che l’ultimo pasto della giornata sia leggero. Soprattutto, la cena non dovrebbe essere consumata più tardi delle sette del pomeriggio se si va a dormire alle ore 22.00.

Mangiare dopo le 7 di sera e pressione sanguigna

Molte malattie croniche, tra cui ictus e malattie cardiovascolari, sono causate dall’ipertensione. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), circa il 40% delle persone che soffrono di ipertensione hanno almeno 25 anni. In tutto il mondo, nel 2008 sono state registrate quasi un miliardo di persone in questa condizione.

Quando dormiamo, la nostra pressione sanguigna diminuisce del 10%. Tuttavia, se mangiamo troppo tardi e troppo vicino all’orario in cui andiamo a dormire, questa abitudine mette il nostro corpo in modalità di allerta. Ciò significa che c’è una possibilità molto alta che la pressione sanguigna non diminuisca durante la notte. Sfortunatamente, questa condizione aumenta considerevolmente il rischio di attacchi di cuore. Questo fenomeno è noto come ipertensione “non-dipper”, condizione talmente grave da essere letale.

Non perderti  Carenza vitamina D: alimenti e integratori che funzionano

Probabilmente finora avevi sentito dire che non bisogna mangiare dopo le sette per favorire la perdita di peso. Questa volta la regola è valida principalmente per migliorare la salute.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche:

Un articolo di dimagrire 2.0 pubblicato il 7 Gennaio 2018 e modificato l'ultima volta il 3 Luglio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *