Ecco cosa cambia nel tuo corpo se mangi 2 uova al giorno

Sfatiamo la credenza che mangiare 2 uova al giorno sia dannoso per la nostra salute. Questa idea deriva dal pensiero tradizionale che le uova possano innalzare i livelli di colesterolo; invece sono ormai numerosi gli studi che dimostrano il contrario. Anzi, si sono rivelate un prezioso alleato della salute e rappresentano un alimento importantissimo per la dieta. Molti sostengono che è possibile mangiarle addirittura ogni giorno, altri sono più cauti e comunque sottolineano i rischi di una dieta iperproteica. Chi ha ragione?

Come sempre, la verità sta nel mezzo. Un dato è certo: esagerare con il consumo di uova o di qualsiasi altro alimento non può essere considerata una scelta di vita salutare. Andrebbe in ogni caso consultato il proprio medico di fiducia prima di intraprendere qualsiasi scelta alimentare di testa propria.

Cosa accade al corpo se si eliminano le uova?

Le uova di gallina hanno un altissimo potere nutriente. Forniscono proteine di qualità e tutti gli amminoacidi che l’organismo naturalmente non produce. Possiedono vitamine e minerali: sono ricche di vitamina A, riboflavina, acido folico, vitamine B6 e B12, ferro, calcio, colina, fosforo e potassio.

Slimcup 300x270

Le uova hanno inoltre un’importante fonte lipidica, che è composta per il 65% da trigliceridi a fronte del 98% degli altri alimenti proteici. Ancora, sono ricche di vitamina B9, o acido folico. La carenza di questa vitamina in gravidanza è comunemente associata a problemi cerebrali e del sistema nervoso centrale dei nascituri.

Non perderti  Il latte d'oro fa digerire e accelera il metabolismo. Ecco la ricetta

Va segnalata la presenza di lecitine e più in generale di fosfolipidi. I grassi, pur essendo di origine animale, sono soprattutto monoinsaturi e polinsaturi; apportano dunque grandi benefici per l’organismo.

Colesterolo: quanto ne apportano 2 uova al giorno?

Le uova contengono una elevata quantità di colesterolo: circa 200 mg/uovo, pari al 5%. Due uova soltanto portano a superare il fabbisogno giornaliero che è stimato in 300 milligrammi. Se questo è vero, da un lato la presenza di lecitine potenzia l’attività delle Hdl perché aiuta il trasporto del colesterolo dalle arterie al fegato, dunque in senso inverso. Dall’altro lato, risultano potenziate le prestazioni cerebrali e i processi digestivi. Basta considerare che le uova vengono smaltite dallo stomaco in due ore, a fronte delle 3 ore necessarie per la carne.

Quali potrebbero essere gli effetti positivi di 2 uova al giorno?

1. Cervello

Le uova contengono una quantità notevole di nutrienti. Sono ricche infatti di sostanze nutritive come proteine, colina, ferro e zinco. In particolare la colina, se assente, porta alla perdita della memoria.

2. Pelle, capelli e fegato

La biotina (vitamina B12) e le proteine contenute nelle uova sono importantissime per rinforzare i capelli e migliorare visibilmente la pelle. Inoltre, le uova contengono fosfolipidi che aiutano ad eliminare le tossine dal fegato. Favorisce le naturali funzioni del fegato anche la lecitina delle uova.

Un’avvertenza va fatta: le uova, soprattutto se portate ad alte temperature, ad esempio fritte, sono sconsigliate a chi soffre di calcoli al fegato. Infatti l’elevata quantità di lipidi contenuta in questo alimento stimola la contrazione della cistifellea provocando coliche anche molto dolorose. Forse in questo caso 2 uova al giorno non vanno bene…

Non perderti  Mozzarella e pomodoro: una delle peggiori combinazioni alimentari

3. Struttura ossea

Per la robustezza delle ossa è necessario assumere calcio e vitamina D. Questa è necessaria per favorire l’assorbimento del calcio e rinforzare ossa e denti. Le uova ne sono particolarmente ricche e questo le rende preziose anche per proteggere l’apparato scheletrico.

4. Occhi

Le uova sono naturalmente ricche di sostanze benefiche per la salute degli occhi: zeaxantina, vitamina A e luteina. In particolare, l’elevata quantità di luteina contenuta nell’uovo può migliorare la vista. Non è un caso che proprio la carenza di luteina sia una delle principali cause di danni ai tessuti degli occhi.

5. Cuore

Il colesterolo contenuto nell’uovo si equilibra con i fosfatidi; per questa ragione mangiare uova non è dannoso come si credeva un tempo. Inoltre, essendo ricche di acidi grassi Omega 3, possono addirittura ridurre il livello di trigliceridi nel sangue. Recenti studi hanno confermato che un consumo moderato di uova non è associato ad un aumentato rischio di malattie cardiovascolari, fatta eccezione per i diabetici. In presenza di questa malattia, le uova andrebbero consumate in maniera più moderata.

6. Prevenzione

La colina, come abbiamo detto, supporta la salute del cervello; possiede inoltre eccellenti qualità di prevenzione per il rischio di contrarre malattie degenerative. Le uova sono ricche di vitamine, minerali e amminoacidi che riducono la produzione di estrogeno. Il consumo giornaliero di uova può ridurre il rischio di cancro al seno.

Non perderti  Estrattore di succo a freddo o centrifuga? Come scegliere i migliori

7. Peso

Un uovo ha circa 80 calorie. In un regime ipocalorico, il consumo di 2 uova al giorno a colazione aiuta nella perdita di peso. Il potere saziante di questo alimento permette di ingerire una quantità inferiore di cibo durante il giorno. Inoltre il consumo di uova è particolarmente utile per tenere bassi i livelli di zucchero nel sangue. Questi infatti aumentano quando si assumono alimenti con indice glicemico alto; e se le proteine possiedono un indice glicemico decisamente più basso rispetto ai carboidrati, l’indice glicemico delle uova è zero.

8. Antietà

Recenti ricerche hanno rivelato che mangiare uova può aiutare a ridurre le macchie della pelle e le rughe di espressione. In particolare, le uova delle galline ruspanti sono ricche di pigmenti gialli che contengono elevate quantità di carotenoidi e antiossidanti. Questi elementi sono decisamente efficaci per contrastare i sintomi dell’invecchiamento.
Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche: 

Un articolo di dimagrire 2.0 pubblicato il 11 Novembre 2017 e modificato l'ultima volta il 3 Luglio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *