Perdere peso con la dieta alcalina: recuperi forma e salute

Più che un piano alimentare schematico, la dieta alcalina è uno stile di vita che riguarda soprattutto la scelta degli alimenti che mangiamo più di frequente. Il fatto che questi ci aiutino o meno a perdere peso è poco rilevante, perché l’aspetto a cui viene data maggiore importanza sono i benefici che essi possono portare alla salute. E vi diciamo subito che funziona!

La dieta è così chiamata perché promuove quegli alimenti di natura alcalina, come le verdure, a discapito dei cibi acidi, ad esempio i carboidrati semplici. L’opinione dei creatori è che i cibi alcalini mantengano il pH del nostro corpo al fine di prevenire le malattie che sempre più spesso vengono scatenate da condizioni negative, quale tra tutte l’acidosi metabolica.

Come funziona la dieta alcalina?

La famosa frase “Noi siamo ciò che mangiamo” viene messa in pratica soprattutto in questa dieta. Devi sapere che l’integrità del nostro organismo dipende direttamente dal modo in cui ci nutriamo.

A lungo termine, una dieta squilibrata si tradurrà in problemi al cuore, delle ossa e di altri organi vitali del corpo. Al contrario, una dieta sana ci manterrà in condizioni migliori per più tempo e ridurrà i rischi di malattia.

La dieta alcalina si basa sul controllo del pH del corpo in modo da non permettere all’acidità di scatenare alcune patologie. Il pH del corpo è misurato come il grado di protonazione, noto anche come livello di acidità.

L’intervallo normale del pH va da 0 a 14; raramente vedrai valori negativi. Più basso è il valore, maggiore è l’acidità, mentre se sarà più alto quella che aumenta è l’alcalinità. Il pH 7 è neutro, sopra questa soglia sarà alcalino.

La dieta alcalina promuove il consumo di cibi come frutta e verdura, evitando l’eccesso di carne rossa, pollame e persino prodotti caseari. Inoltre, carboidrati e grassi sono proibiti perché alimenti tutt’altro che alcalini: essi possono aiutare invece l’acidosi.

Secondo coloro che attuano questa dieta, si ottiene uno stile di vita sano per l’organismo, che purifica e disintossica. Anche gli effetti sull’urina saranno visibili: questa sarà alcalina e le tossine scompariranno rapidamente dal nostro corpo. D’altra parte, perderemo peso perché non assumeremo grassi animali.

La dieta alcalina funziona?

Non è una dieta miracolosa nonostante l’enfasi sulla alcalinità. Certamente promuove uno stile di vita sano, che dà grande importanza alle verdure e ai frutti, essenziali per il nostro corpo.

Seguendo questo stile di vita inoltre dovremmo ridurre l’assunzione di cibo precotto, veloce o dannoso.

Logicamente se abbiamo dedicato la nostra vita a mangiare cibi precotti, fritti, dolci e gelati al cioccolato, non appena ci avvicineremo a questa dieta riusciremo a perdere peso considerevolmente, per il minore apporto calorico che si assumerà.

Cambiare abitudini è essenziale per sentirsi meglio. “Devi essere alcalino”. D’altra parte, se hai già avuto buone abitudini, perderai meno peso.

Quali alimenti alcalini sono ammessi?

Come notato sopra, il pH inferiore a 7 indica un certo grado di acidità. Come commentano i divulgatori della dieta alcalina, questa condizione aumenta la probabilità di malattie. In modo che non accada, dobbiamo trovarci a medio termine, avvicinandoci quanto più possibile all’alcalinità.

Qui di seguito proporremo una tabella di cibi e menu con le ricette che voi stessi potrete realizzare per costruire la vostra dieta alcalina.

1. Frutta

Tra i frutti consentiti abbiamo mele, noce di cocco, mango, papaia, frutti di bosco, lime, ananas, fragole, anguria, ciliegie, mandarini, pompelmo, uva, arancio, nettarine, prugne, pere e molti altri. Sono frutti dall’elevato potere alcalinizzante.

2. Verdure

Le verdure consentite sono cavoli, broccoli, melanzane, alghe, spinaci, sedano, zucchine, barbabietole, peperoni, aglio, lattuga, cetrioli, funghi, cipolle, zucca, lattuga, germogli teneri, ravanelli, pomodori e molti altri.

3. Frutta a guscio e legumi

In questa sezione di alimenti alcalini si trovano i ceci e le lenticchie, e poi noci, mandorle, noci di cocco, le date, le castagne, uvetta, pistacchi, nocciole.

4. Lipidi

Tra i grassi ammessi è l’olio extravergine d’oliva, composto da acidi grassi insaturi. Anche l’olio di cocco è consigliato.

5. Condimenti e spezie

Aceto di mele, miele, acqua minerale debole, zenzero, cannella, curry, erbe provenzali, ecc.

Ovviamente questi sono solo alcuni suggerimenti per avere un’idea dei cibi alcalini. Gli alimenti elencati non sono gli unici, ce ne sono molti altri. Anche così, puoi vedere più o meno ciò che è buono per la nostra salute e appropriato per questa abitudine alimentare.

Se hai dubbi sulla dieta alcalina, ricorda di consultare il medico o il dietologo specializzato.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche: