La dieta depurativa: tutte le regole per un corpo sano e snello

Sta per iniziare la guerra del “Sei pronta per la prova costume? Con 3 giorni detox perderai subito 10 chili!” Ti confidiamo un segreto: dieta depurativa non significa smettere di mangiare e la sua finalità non ha niente a che vedere con il “perdi 3 chili in 7 giorni” che troppo spesso ci bombarda.

Lo scopo di una dieta disintossicante è liberarti dalle tossine. Sembra scontato? E allora evitiamo la confusione. Per ottenere questo effetto, occorre assumere cibi e bevande che rilasciano poche sostanze di scarto. Nello stesso tempo sarà necessario eliminare o ridurre al minimo gli alimenti che hanno un alto potere intossicante, per favorire un concreto smaltimento delle sostanze tossiche accumulate nel nostro corpo.

Il risultato sarà un corpo sano, che proprio per questo diventerà bello e anche snello.

Dieta depurativa: ecco come mangiare detox

Per seguire una dieta disintossicante la prima regola sarà: assumere frutta e verdura in quantità, ma di stagione.

Perché? Intanto perché non provengono da altri Continenti e non hanno subito lunghi trasporti nelle celle frigorifere. Sono quindi molto più gustosi e mantengono intatte le loro proprietà benefiche. Inoltre, sono ricchi di nutrienti perché non hanno dovuto faticare a crescere in una stagione che non è la loro con l’aiuto di serre e sostanze chimiche varie.

Ancora, permettono un’alimentazione varia con l’apporto di vitamine e sali minerali di qualità. Non ultimo, il loro costo è più basso.

Per queste ragioni tieni sempre con te un calendario con frutta e verdura di stagione: se ci affidiamo a quello che troviamo al supermercato, troveremo sempre tutto e faremo davvero fatica a capire quali sono i cibi freschi.

Fatte queste premesse vediamo più da vicino alcune regole, quali cibi favorire e quali accantonare per seguire una dieta depurativa.

Colazione

Dimentica cornetto e cappuccino. Meglio uno yogurt arricchito da mandorle o noci. La frutta secca è ricca di grassi insaturi, vitamine e sali minerali. Un’alterantiva? Pane integrale con un cucchiaino di olio, arricchito con 30 grammi di mandorle o noci.

La frutta

E’ uno degli alimenti che aiutano la depurazione del corpo, purché assunta al mattino e lontana dagli altri pasti. E’ un perfetto spuntino spezzafame e il suo contenuto di zuccheri ti aiuterà ad evitare biscotti e merende varie.

La verdura

Può essere cruda, cotta o poco cotta, ma deve essere tantissima! Non va assolutamente passata in padella: la cottura dell’olio sprigiona sostanze ossidanti che annulleranno le sue proprietà benefiche, già gravemente provate dalla cottura. La verdura va scottata o meglio cotta al vapore, e, infine, condita con limone e olio extravergine di oliva crudo. Anche un minestrone va benissimo, specie se senza sale.

Il caffè

Andrebbe bandito da una dieta detox o comunque limitato il più possibile. Il primo caffé al mattino non si nega a nessuno, ma se iniziano a diventare 2, 3 o 4.. beh andrai a vanificare gran parte dei tuoi sforzi! Se ti è possibile, prova a sostituirlo con una buona tisana, camomilla o acqua tiepida e limone.

Omega-3

Sono importantissimi. Puoi garantire al tuo corpo il giusto apporto di questi acidi grassi consumando molto pesce fresco: sardine, aringhe, alici, sgombro saranno perfetti.

Latte

Latte e formaggi andrebbero messi al bando. Non lasciarti allettare dall’aspetto light della mozzarella: è la peggiore trappola di una dieta che sembra leggera ma non lo è affatto. L’unica eccezione? Il formaggio caprino: il latte di capra è digeribile, non affatica l’intestino ed è ricco di ferro e calcio. Va bene anche la crescenza. Ma il tutto, non oltre una volta a settimana.

Carne

La carne bianca va limitata, quella rossa eliminata del tutto.

Pasta e carboidrati

La pasta può essere consumata tutti i giorni, ma deve essere rigorosamente integrale, come gli altri cereali primo tra tutti il pane. I cereali bianchi infatti subiscono un processo di raffinazione che elimina la parte esterna dei chicchi, quella ricca di fibre e sostanze nutritive che agevolano il lavoro dell’intestino.

Aglio e cipolla

Ci puoi insaporire tutti i cibi, ma non vanno usati per farci il soffritto. Aglio e cipolla aiutano ad eliminare le tossine. In particolare la cipolla ha anche un potente effetto diuretico, l’aglio invece fluidifica il sangue. Un consiglio? Se ti piace la cipolla cruda e vuoi attutire gli effetti sull’alito, tagliala mettila a macerare qualche minuto in aceto di mele e sale. Quindi strizzala e risciacquala, potrai mangiarla senza timore!

Avrai notato che la dieta depurativa non ha niente a che vedere con il digiuno maprevede una immensa varietà di cibi.

Ecco quello che ancora devi sapere:

  • L’olio di oliva è importantissimo. Condisci tutto con olio crudo. Va bene anche l’olio di semi di girasole.
  • Preferisci le cotture leggere. Forno, vapore e cartoccio (con carta da forno) sono l’ideale.
  • Bevi almeno due litri di acqua al giorno.
  • No ad alcolici e sigarette.
  • Aiutati con integratori naturali di qualità.

Quando va fatta la dieta depurativa?

Puoi seguire una dieta depurativa 3 giorni, 5 e anche 7 giorni; puoi seguirla dopo le abbuffate, dopo le feste e prima dell’estate. In ogni caso, è verissimo che la dieta detox fa perdere peso.

Dunque, puoi dare una sferzata detox al tuo organismo ogni volta che lo vorrai. Ma se veramente vuoi ottenere risultati duraturi, i consigli alimentari che ti abbiamo dato devono accompagnarti ogni giorno e non essere limitati ai pochi giorni in cui hai deciso di disintossicare il tuo corpo.

Niente più patatine fritte allora?

Pizza, birra e patatine saranno anche un cibo piacevole. Ovviamente non è detto che dovrai dimenticarli. Solo che le occasioni in cui consumerai queste pietanze saranno ridotte al minimo.

Ti diamo però una buona notizia: quando la dieta depurativa diventerà per te uno stile di vita, non solo non ne sentirai il bisogno ma il tuo corpo ti porterà naturalmente ad evitare quello che lo intossica.

In questo modo, vedrai visibili miglioramenti nella tua pelle, ti libererai dalla ritenzione idrica e dal gonfiore addominale. E la leggerezza ti accompagnerà!

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche: