Fungo reishi (ganoderma lucidum), quando e come utilizzarlo

Il ganoderma lucidum, chiamato anche fungo reishi o reishi rosso, è un fungo utilizzato nella medicina orientale da più di 2000 anni. Per le sue innumerevoli proprietà ricopre un ruolo di fondamentale importanza nel supporto terapeutico applicato su diversi stati e patologie.

Il fungo reishi viene chiamato anche fungo dell’immortalità; e già questo dovrebbe portarci sulla strada giusta per comprendere quanto sia apprezzato e quante virtù possano essere custodite all’interno di un elemento naturale così piccolo.

Scopriamo insieme qualcosa di più sul ganoderma lucidum e vediamo perché, quando e come utilizzarlo nel migliore dei modi.

Fungo reishi: cos’è il ganoderma lucidum

Il Lin Zhi, ovvero il fungo reishi, è un fungo medicinale.

All’aspetto noteremo immediatamente il suo colore rosso scuro, proprio per questo viene anche chiamato reishi rosso; la consistenza si presenta decisamente fibrosa e a tratti legnosa.

Le sue origini, ma anche la sua attuale diffusione, si rintracciano tra Cina e Giappone. Cresce adagiandosi sui tronchi degli alberi caduti dando vita a delle composizioni naturali tipiche e caratteristiche.

Del fungo reishi in medicina orientale vengono utilizzate tutte le parti perché si ritiene, da ben oltre 2000 anni, che ogni sua componente contenga importanti proprietà terapeutiche.

Il ganoderma lucidum reishi è composto da:

  • Polisaccaridi: la parte considerata maggiormente terapeutica del fungo reishi che contiene soprattutto betaglucani e triterpeni;
  • Proteine;
  • Aminoacidi.

Ganoderma lucidum: proprietà e benefici

Ormai conosciamo bene, su più fronti, l’approccio della medicina orientale. Sappiamo che il benessere fisico viene dettato da una sorta di equilibrio interiore in grado di ripristinare tutto ciò che ci porta a vivere in salute e in armonia.

Non perderti  Glucomannano: proprietà, uso e controindicazioni del konjac

Proprio su queste basi si fonda l’utilizzo primordiale del reishi rosso. La letteratura scientifica orientale ci racconta infatti che il primo utilizzo del ganoderma lucidum è stato proprio quello a scopo equilibrante.

Riportare il nostro organismo e la nostra mente a uno stato di equilibrio è la base per il benessere e la salute di tutto il corpo.

Una delle proprietà dei fungo reishi considerate interessantissime dalla scienza di tutto il mondo è quella normalizzante. Pare infatti che questo fungo riesca a regolarizzare l’intero apparato degli organi del corpo umano apportando benefici a tutte le funzioni principali.

Volendo tracciare però una lista delle proprietà di questo fungo, possiamo racchiuderne diverse che lo rendono così interessante agli occhi della medicina sia tradizionale che alternativa.

Vediamo quali sono.

Proprietà curative del fungo reishi

  • Stimolatore del sistema immunitario: se ti stai chiedendo come rafforzare il sistema immunitario sei nel posto giusto. L’utilizzo del ganoderma lucidum coadiuva il nostro sistema immunitario a rinnovarsi e ad essere sempre pronto a contrastare gli attacchi esterni, ma anche quelli delle stesse cellule che cooperano all’interno. In questo senso sembra interessante la risposta dell’organismo a proposito delle cellule immunitarie che lavorano per proteggerci dal cancro;
  • Regolarizzatore dei trigliceridi e del colesterolo;
  • Regolarizzatore delle piastrine;
  • Normalizzatore della pressione;
  • Antistaminico: aiutata il nostro organismo a contrastare l’insorgenza degli stati allergici più vari e ci permette di contrastare l’azione virale del virus della semplice influenza ma anche quello dell’herpes simplex, ad esempio;
  • Antimicotico;
  • Antinfiammatorio;
  • Sedativo e calmante: il fungo reishi favorisce il controllo dei ritmi naturali di sonno-veglia ed è per questo utilizzato anche come medicinale alternativo coadiuvante nel trattamento di insonnia e stati d’ansia. Utile anche per i casi di stanchezza cronica che, come sappiamo, possono inficiare il normale svolgimento delle attività quotidiane;
  • Antiossidante;
  • Regolarizzatore della produzione di insulina.
Non perderti  Kilocal funziona davvero? Ingredienti, opinioni e consigli

Ganoderma lucidum: quando utilizzarlo e perché

Abbiamo visto come il fungo reishi abbia un ampio spettro applicativo e possa essere utilizzato per il controllo e la normalizzazione delle più svariate patologie.

Nello specifico, vogliamo sottolinearti alcune applicazioni e alcuni utilizzi che ci sembrano particolarmente interessanti considerando i disturbi più comuni che affrontiamo quotidianamente.

Fungo reishi (Ganoderma lucidum): utilizzarlo per il controllo del peso

Chi di noi non ha, almeno una volta nella vita, avuto bisogno di perdere quei chili in eccesso che provocavano disturbi non solo da un punto di vista della taglia?

Il reishi rosso, grazie alla preziosa azione dell’agoderano, svolge un’importante funzione all’interno della regolarizzazione della produzione di insulina, che spesso è una delle principali cause dell’aumento di peso.

L’assunzione di questo fungo supporta le cellule a ricevere meglio l’introito di glucosio nel sangue; evita che si presentino quei famosi picchi di insulina che non ci permettono di metabolizzare bene gli zuccheri. Sono proprio questi che invece di diventare energia spendibile ci causano l’accumulo di grasso.

Ganoderma lucidum: un ottimo analgesico e un validissimo antinfiammatorio

Probabilmente nel mondo si abusa di analgesici e antinfiammatori. I ritmi della vita e i vari impegni non ci consentono, il più delle volte, di farci passare con calma quei fastidiosi mal di testa o quell’infiammazione che potrebbe passare da sé con qualche ora di riposo.

Non perderti  Piperina per dimagrire: funziona davvero? Ecco cosa devi sapere

Secondo studi approfonditi effettuati su un utilizzo costante del fungo reishi, è emerso che le sostanze al suo interno funzionino perfettamente come antinfiammatori sia interni che esterni. Hanno inoltre un effetto assimilabile a quello dei più comuni cortisonici.

Cosa vuol dire in pratica?

Che un integratore a base di reishi rosso può essere utilizzato per coadiuvare piccole infiammazioni, reazioni anche a livello cutaneo, stati dolorosi connessi anche a gonfiori di varia entità. Più in generale, possiamo assumere ganoderma lucidum per provare sollievo in tutte quelle occasioni in cui ci troviamo a far fronte a stati dolorosi.

Fungo reishi: controindicazioni ed eventuali effetti collaterali

In generale, il fungo reishi non presenta particolari controindicazioni o effetti collaterali di grande rilievo. È possibile però che in alcuni soggetti si presenti l’insorgenza di effetti come:

  • Eruzioni cutanee e allergie;
  • Digestione rallentata o bloccata;
  • Dolori articolari e ossei;
  • Vertigini.

A tutti i soggetti che presentano condizioni di particolare sensibilità, intolleranze o allergie varie, disturbi e patologie che necessitano di terapie farmacologiche quotidiane, consigliamo un consulto con il proprio medico curante prima di iniziare l’assunzione di ganoderma lucidum.

Come si assume il ganoderma lucidum: integratori e formulazioni

In commercio esistono molti integratori a base di fungo reishi. La loro efficacia dipende ovviamente dalla quantità di principio attivo presente in essi e, quindi, dal metodo utilizzato per l’estrazione dello stesso.

Generalmente, un buon integratore di ganoderma lucidum si presenta sotto forma di estratto secco in capsule o in polvere.

Un articolo di dimagrire 2.0 pubblicato il 29 Aprile 2020 e modificato l'ultima volta il 29 Aprile 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *