Barrette proteiche: come scegliere le migliori

Nel web, nei supermercati, nei negozi specializzati, nelle farmacie, è impossibile ormai non imbattersi in scaffali e ripiani colmi di barrette proteiche. Ma vi siete mai chiesti quali siano le migliori? Vediamo insieme i criteri per la giusta scelta.

Partiamo dal presupposto che la qualità di una barretta proteica dipende principalmente dalla sua composizione. In commercio vi è una grande varietà di questo prodotto, ma non tutti potrebbero essere adatti al nostro scopo. Sfatiamo subito il mito per cui mangiare una qualsiasi barretta proteica faccia dimagrire. Infatti, per renderle più appetibili, alcuni marchi hanno inserito una certa percentuale di zuccheri così da renderle più simile a un dessert che a un pasto sano. Ecco perché è molto importante soffermarsi un attimo a leggere l’etichetta sul retro della confezione, dove troviamo l’elenco degli ingredienti e le informazioni nutrizionali.

Come sono composte le barrette energetiche

La composizione della perfetta barretta energetica dovrebbe contenere sempre una percentuale di proteine pari o superiore al 20%; il rapporto con gli zuccheri non dovrebbe mai superare 1:5 ( 1 grammo di zuccheri per 5 di proteine) e la percentuale di carboidrati dovrebbe restare intorno al 20%.

Per quanto riguarda i grassi sono da preferire quelle con grassi non saturi, derivanti da miele, frutta secca ecc., a dispetto di quelli saturi, provenienti da cioccolato o latte. La quantità è ovviamente variabile in base alle decisioni dei produttori, ma in generale dovrebbe essere inferiore ai 10 grammi.

Oltre a questi componenti principali vi sono poi altri ingredienti integrativi come collagene idrolizzato, glutammina, taurina che contribuiscono ad aumentare l’apporto proteico.

Nelle barrette si può trovare anche una percentuale di fibre che rallenta l’assorbimento degli zuccheri e aumenta il senso di sazietà; dato importante quando si presentano gli improvvisi e fastidiosi attacchi di fame!

Non perderti  Quinoa: il cibo della salute che fa dimagrire e allunga la vita

Il nemico principale di uno spuntino sano sono gli zuccheri aggiunti, aromi artificiali e coloranti che spesso vengono aggiunti per rendere più appetibile la barretta proteica ma che non danno alcun beneficio al di là del gusto. Dunque è bene, se si ha l’intenzione di inserire le barrette in una dieta dimagrante, scegliere prodotti privi di questi ingredienti come le barrette Foodspring che offrono la ricetta perfetta con un mix ideale tra gusto e valori nutrizionali.

Acquista le barrette Foodspring in offerta

I vantaggi delle barrette proteiche

Gli snack energetici hanno numerosi vantaggi: a chi non è mai capitato un attacco di fame trovando sollievo con spuntini ipocalorici? Le barrette, in questo caso, sono un vero e proprio salvavita ridandoci energia e sazietà, oltre a salvarci dal senso di colpa.

Sono pratiche da portare ovunque e leggere, dato che vanno dai 50 ai 65 grammi. Il loro formato permette di averle sempre a portata di mano e  di tasca, facilitandone l’assunzione in ogni luogo ed eliminando il fastidioso impiccio di doversi portare dietro barattoli, misurini e vasetti; una piccola dose di felicità per i più pigri.

Un’altra comodità è il fatto che abbiano una lunga conservazione; è quindi possibile acquistarle in grandi quantità, magari sfruttando un prezzo agevolato o semplicemente per una questione di praticità, senza lo spauracchio della scadenza.

In ultimo, ma non meno importante, la varietà dei sapori. Foodspring si è sbizzarrita a produrre sempre più gusti: al cocco, al caramello, sprirulina e cocco, per soddisfare tutti i palati e soprattutto offrire una varietà della propria alimentazione. Gusti diversi rendono i pasti migliori, ma apportano anche elementi nutritivi differenti.

Non perderti  Aronia, le bacche dei miracoli che sgonfiano le gambe

Esiste inoltre una varietà di prodotti adatta anche per chi segue rigidi regimi alimentari o per chi soffre di intolleranze: dalle barrette ai cereali alle barrette proteiche vegane, senza glutine e senza lattosio.

Scopri subito le barrette vegane Foodspring

La tipologia e la quantità di proteine

Se siete vegani, intolleranti a lattosio o glutine, non vi preoccupate. In commercio esiste una varietà di prodotti talmente vasta da riuscire ad accontentare tutti, come ha fatto il marchio Foodspring con i suoi prodotti. E se questo non dovesse bastare esiste la possibilità di preparare buonissime barrette proteiche fatte in casa, del tutto naturali e senza l’aggiunta di conservanti. Servono cereali, frutta disidrata, e miele e albume come addensanti. In questo caso, però, si manterranno fresche per poco: bisogna consumarle in un paio di giorni.

È necessario però fare una distinzione specifica tra le varie barrette energetiche, anche in vista della scelta migliore per se stessi; è infatti importate prendere in considerazione il contenuto di carboidrati. Una persona che sta cercando barrette energetiche per dimagrire dovrà fare attenzione a scegliere barrette low carb, ovvero a basso contenuto di carboidrati; per dare una regola generale, una percentuale che si aggiri intorno a un massimo di 10-12 grammi. In genere, chi desidera perdere peso si orienta verso questo tipo di snack, utilizzando la barretta come sostituto del pasto; meglio farlo però per non più di 8 settimane consecutive.

Un’altra importante differenza la fanno le fonti proteiche. Le proteine derivanti dal siero del latte a rapido assorbimento e la caseina a lento assorbimento sono ricche di aminoacidi a catena ramificata (BCAA). Rispetto a quelle derivanti da soia e legumi, queste sono considerate le migliori barrette proteiche per lo sviluppo della massa. Sono dunque da preferire come barrette energetiche per sportivi durante la fase di allenamento intenso.

Non perderti  Tisana allo zenzero: pulisce il fegato, dissolve i calcoli renali e fa dimagrire

A chi sono consigliate?

Non serve essere un appassionato di culturismo per assumere le barrette proteiche, anzi; anche chi fa sport a livello amatoriale  o anche chi conduce una vita sedentaria può acquistare questo tipo di prodotto, sia come integratore e sostituto del pasto, sia come spuntino sano. È chiaro che chi segue un allenamento rigoroso avrà bisogno di un apporto maggiore di proteine rispetto a chi pratica zapping dal divano per la maggior parte del suo tempo. Tuttavia, le barrette in questione, con il vantaggio di offrire un dosaggio ben calibrato, possono fornire un aiuto non indifferente in tema di costruzione della massa.

Le barrette energetiche fanno dimagrire?

Le barrette energetiche, per il loro alto contenuto di proteine appunto, contribuiscono a costruire massa muscolare e prevengono i processi catabolici. Sono un’ottima soluzione post allenamento per ripristinare le riserve energetiche, e anche come sostituto del pasto – o alcune come spuntino con poche calorie e molte proteine – per la perdita di peso. Integrate a uno stile di vita sano e a una alimentazione corretta possono realmente contribuire al raggiungimento dei nostri obiettivi.

Insomma, se stai cercando di pedere peso ti consigliamo di provarle: non ne farai più a meno!

Un articolo di Gaia Sorrentini pubblicato il 3 Maggio 2022 e modificato l'ultima volta il 3 Maggio 2022

Gaia Sorrentini

Laureata in Scienza della Nutrizione Umana, sin da giovanissima ha manifestato una vera e propria passione per la nutrizione e la naturopatia e il percorso di studi intrapreso ha costituito l'epilogo delle sue passioni. La sua idea di Dimagrire è fortemente legata alla sana alimentazione e da qui il motto "Dimagrire 2.0: chi mangia sano è a metà dell'opera".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.