Adele dimagrita oltre 30 chili: il suo personal trainer rivela come ha fatto

Probabilmente avrai visto di recente le foto della radicale trasformazione della famosa cantante Adele dimagrita e bellissima. La celebrità di 32 anni ha stupito tutti con la sua impressionante perdita di peso; è stata in grado, infatti, di perdere oltre 30 chili e in alcune foto sembra appena riconoscibile.

Sappiamo che Adele ha seguito una dieta molto rigorosa e una routine di allenamento, dunque gran parte del merito va anche al suo allenatore. In una nuova intervista, proprio il suo personal trainer ha condiviso alcuni suggerimenti di base che hanno aiutato Adele a dimagrire.

Adele dimagrita 30 chili: ecco come ha fatto

Il pt Geracimo, che ha allenato Adele per un paio d’anni, è fermamente convinto che ottenere una completa trasformazione non sia complicato. Ci sarebbero tre segreti che hanno aiutato Adele a perdere peso per sempre: dieta, allentamento e miglioramento del sonno.

Slimcup 300x270

La dieta di Adele dimagrita

Senza una dieta sana non arrivi al traguardo. Efficace per la perdita di peso di Adele è stata la dieta che a quanto pare seguiva già da tempo, tanto che aveva determinato in un primo momento una drastica perdita di peso.

Non perderti  Obesità infantile in forte aumento, anche nei Paesi poveri

Adele ha seguito la famosa Dieta Sirt, che fa uso dei cosiddetti “sirtfoods”, alcuni alimenti speciali che agiscono attivando determinate catene proteiche nel corpo note come sirtuine. Secondo studi scientifici accreditati, questi agenti antiossidanti agiscono come protettivi che aiutano a rallentare l’invecchiamento, aumentare il metabolismo e regolare l’infiammazione del corpo. Proprio per queste caratteristiche i cibi Sirfood contribuiscono alla perdita di grasso.

Alcuni alimenti comuni ammessi in questo piano includono cibi come arance, cioccolatini fondenti, prezzemolo, curcuma, cavolo e persino vino rosso.

Allenamento costante

Una perdita di peso efficace parte sempre da un buon regime di allenamento. Aiuta infatti ad aumentare la massa muscolare a discapito della massa grassa, asciugando il corpo e permettendo una vera e propria trasformazione.

L’allenatore di Adele ha lavorato con lei 2-3 volte a settimana, facendole eseguire esercizi liberi e vari per rendere il lavoro stimolante; da esercizi a corpo libero al lavoro con le fasce di resistenza, dall’allenamento con i pesi alla boxe. Ha anche provato gli esercizi di allenamento in resistenza e il cardio per colpire tutte le aree. La cantante ha anche seguito un programma di Pilates per dimagrire l’anno scorso, il che l’ha aiutata a ottenere la forma che voleva. Secondo le indiscrezioni, Adele è riuscita a perdere anche 6 chili al mese.

Non perderti  EMS training, impazza il fitness che allena in pochi minuti

Programma di sonno regolare

Dormire bene è fondamentale per una vita sana. Essere madre e avere una routine di vita molto attiva per i continui viaggi può aver reso occupata la cantante; ma dormire a sufficienza l’ha aiutata ad attuare un vero e proprio cambiamento. Quando si esegue una regolare attività sonno-veglia, si combatte lo stress, si consente ai muscoli di rilassarsi, riparare e recuperare, oltre a ridurre il grasso corporeo. Ogni adulto dovrebbe mirare a raggiungere le 7-8 ore di sonno senza interruzioni.

Cosa altro ha fatto Adele?

Oggi che vediamo Adele dimagrita un po’ tutti vorremmo scoprire il segreto che l’ha portata alla totale trasformazione del suo corpo. La perdita di peso di Adele è stata impressionante e la sua dedizione ha portato a risultati eccellenti. Ecco allora una chicca: Adele ha preso alcune buone decisioni nel corso della sua dieta, tra cui rinunciare al tè.

“Ero solita bere dieci tazze [di tè] al giorno con due cucchiaini di zucchero in ciascuna, quindi assumevo 20 cucchiaini di zucchero al giorno. Ora non bevo più tè e ho più energia che mai.”

Non perderti  Crampi alle gambe e crampi notturni: rimedi e prevenzione

Hai seguito la vicenda di Adele dimagrita? Condividi la tua opinione nei commenti!

Un articolo di dimagrire 2.0 pubblicato il 3 Giugno 2020 e modificato l'ultima volta il 3 Giugno 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *