Aceto di mele per dimagrire: come, quando e perché usarlo

L’aceto di mele non può mai mancare su una tavola sana. Il suo uso è frequentissimo nella dieta e sono molti gli effetti benefici sulla salute; questo lo rende molto più che un normale condimento. Ma sapevi che è possibile usare l’aceto di mele per dimagrire? Ecco tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno per scoprire le sue incredibili proprietà.

Quella di utilizzare l’aceto di mele in moltissimi piatti non è di sicuro una moda recente, dal momento che già nella Grecia antica era tra le bevande più consumate dalla popolazione. Infatti si credeva (e a ragione) che avesse diversi effetti benefici, alcuni anche sull’apparato respiratorio.

L’aceto di mele si ottiene dalla fermentazione degli zuccheri contenuti nelle mele. Ha pochissime calorie e quindi può essere utilizzato anche da coloro che sono a dieta o stanno cercando di dimagrire. L’aceto di mele benefici immensi per la salute. Infatti è ricco di minerali e oligoelementi che aiutano a tenere sotto controllo la pressione sanguigna e molte altre funzioni corporee; contiene infatti potassio, calcio, magnesio, fosforo e ferro, utile per contrastare le condizioni di anemia.

Possiede un’azione rimineralizzante e per questo motivo può essere usato dagli sportivi dopo una gara, un allenamento o attività che hanno fatto sudare e perdere quindi sali minerali. Per la stessa ragione è molto utile in estate.

Aceto di mele per dimagrire: ecco perché

Ma se ci stiamo chiedendo come perdere peso, dobbiamo sapere che è possibile usare l’aceto di mele per dimagrire. Contiene infatti pectina, una fibra solubile che intrappola gli zuccheri a livello intestinale aiutando a tenere bassi i livelli di insulina, ormone responsabile della produzione di grasso. Mantenere bassa l’insulina stimola la lipolisi, vale a dire la demolizione dei depositi di grasso.

La pectina inoltre stimola la peristalsi intestinale limitando così tutti quegli episodi di pancia gonfia che contribuiscono, di sicuro, ad apparire in sovrappeso.

Non solo. L’aceto di mele proprietà drenanti e depurative; aiuta ad eliminare la ritenzione idrica e aiuta la naturale depurazione del corpo. Si tratta inoltre di un alimento termogenico; la sua digestione richiede l’impiego di un numero superiore di calorie rispetto a quelle che vengono introdotte nel corpo con il suo consumo. Dunque può essere indicato a pieno titolo tra i cibi che fanno dimagrire.

Insomma, l’aceto di mele fa dimagrire. Tra le cose più importanti, dona un senso di sazietà precoce: senza fame, si tende a rispettare qualsiasi regime alimentare e di conseguenza non si hanno problemi a rispettare la dieta!

Come usare aceto di mele per dimagrire?

Il consiglio è bere l’aceto di mele a digiuno al mattino, disciolto in un bicchiere l’acqua. La dose consigliata è due cucchiai di aceto.

Un’ottima alternativa per usare l’aceto di mele per dimagrire è diluire due cucchiaini in un bicchiere d’acqua prima dei pasti principali. Assumerlo nelle modalità indicate per almeno 20 giorni farà la differenza.

Passiamo alle avvertenze. Non tutti possono usare l’aceto di mele; in particolare non deve essere assunto in presenza di scompensi cardiaci o cardiovascolari e squilibri idrosalini, a causa del suo elevato contenuto di potassio. Attenzione anche all’assunzione concomitante di farmaci. Come sempre bisogna prestare la massima attenzione e farsi consigliare dal proprio medico di fiducia nel caso di patologie o condizioni di salute non ottimali.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche: