Una colazione abbondante aiuta davvero a perdere peso? Una nuova ricerca lo esclude

Forse hai già sentito il vecchio detto che consiglia, per perdere peso, di fare colazione come un re, pranzare come un principe e cenare come un povero. Dunque possiamo dire che una colazione abbondante fa dimagrire? Non proprio. Anche se siamo i principali sostenitori di una colazione sana, strutturare i pasti per ottenere risultati non è così semplice.

Su questo argomento arrivano nuove scoperte. Un gruppo di ricercatori ha cercato di capire quale impatto ha un buon apporto calorico sul metabolismo. Lo studio, pubblicato su Cell Metabolism, ha rivelato che mangiare una colazione abbondante riducendo gradualmente gli altri pasti durante il giorno potrebbe non portare esattamente il vantaggio per il metabolismo che ci aspetteremmo.

“Ci sono molti miti sui tempi dei pasti e su come potrebbero influenzare il peso corporeo o la salute”, ha affermato l’autrice dello studio la ricercatrice Alexandra Johnstone in un comunicato stampa. “Ciò è stato ricevato in gran parte dal campo del ritmo circadiano. Ma noi nel campo della nutrizione ci siamo chiesti come ciò potesse essere possibile. Dove andrebbe l’energia? Abbiamo deciso di dare un’occhiata più da vicino a come l’orario giornaliero interagisce con il metabolismo”.

Fare una colazione abbondante fa dimagrire? Le risposte

Lo studio ha analizzato i dati di 30 soggetti sani, 16 uomini e 14 donne, in sovrappeso o obesi. Ad ogni partecipante è stato assegnato in modo casuale un criterio per strutturare i propri pasti, aumentando le calorie a colazione o assumendone la maggior parte a cena, per quattro settimane. I pasti erano standardizzati, tutti con la stessa quantità di calorie bilanciate al 30% di proteine, al 35% di carboidrati e al 35% di grassi.

Non perderti  Stanchezza mentale: uno studio rivela perché pensare troppo è estenuante

Nel corso delle quattro settimane, i ricercatori hanno misurato la risposta metabolica dei partecipanti misurando il dispendio energetico e la perdita di peso totale. I soggetti, indipendentemente dal programma dietetico in cui si trovavano, hanno perso in media 7 libbre durante lo studio. Dunque, più di 3 chili. L’aspetto rilevante è strato registrato tra coloro che avevano assunto il maggior numero di calorie nelle prime ore della mattinata. Quando si è affrontato il discorso del controllo dell’appetito, coloro che avevano consumato una colazione più abbondante hanno riferito di sentirsi più soddisfatti durante il giorno.

“I partecipanti hanno riferito che il loro appetito era controllato meglio nei giorni in cui hanno consumato una colazione più abbondante. Inoltre, si sono sentiti sazi per tutto il resto della giornata”. Sono queste le parole della dottoressa Johnstone nel comunicato. “Questo potrebbe essere abbastanza utile nell’ambiente del mondo reale, rispetto all’ambiente di ricerca in cui stavamo lavorando”.

La linea di fondo della ricerca

Lo studio ha riguardato solo 30 partecipanti ed è stato condotto in condizioni di vita libera. Ovviamente, ne serviranno altri per confermare o contrastare le sue conclusioni. Il team di ricerca ha annunciato la prossima espansione di questa ricerca. Negli studi futuri saranno inclusi anche gli effetti del digiuno intermittente e l’effetto del lavoro a turni tardivi sul metabolismo.

Non perderti  Influenza del pomodoro, la nuova infezione virale che colpisce i bambini in India

Ma se dallo studio ci saremmo aspettati una risposta precisa a quando mangiare, non sembra invece possibile ricavare indicazioni valide universalmente. “Una cosa che è importante notare è che quando si tratta di tempi e dieta, è probabile che non ci sia una dieta adatta a tutti”, ha detto Johnstone. “Capire questo sarà il futuro degli studi sulla dieta, ma è qualcosa che è molto difficile da misurare”.

In definitiva, l’idea secondo cui una colazione abbondante fa dimagrire non sembra corretta. La nuova ricerca pubblicata su Cell Metabolism ha dimostrato che aumentare le calorie a colazione non influisce sul metabolismo, nonostante i consigli dietetici della “vecchia scuola”. Le persone che hanno consumato una colazione abbondante seguita da un pranzo e una cena più leggeri hanno riferito di sentirsi più sazi nel corso della giornata. Tutti i 30 partecipanti, comunque, hanno perso peso più o meno allo stesso modo, indipendentemente dalla struttura del loro piano alimentare.

In ogni caso, una colazione sana è ancora una parte fondamentale della giornata, indipendentemente dal numero di calorie ingerite. Chi vuole perdere peso, quindi, dovrà sempre orientarsi sui cibi per la colazione che possono aiutare a raggiungere i propri obiettivi nutrizionali. Qualche esempio? Farina d’avena, pancake proteici e yogurt greco sono alcune opzioni salutari che aiutano ad affrontare la giornata. Senza contare le possibi scelte per esigenze specifiche, come la migliore colazione per abbassare la glicemia o per migliorare altre condizioni.

Un articolo di Alice Borghesini pubblicato il 17 Settembre 2022 e modificato l'ultima volta il 17 Settembre 2022

Alice Borghesini

Da sempre coltiva una grande passione per la scrittura che recentemente ha rivolto anche al mondo web. E' sempre alla ricerca delle ultimissime notizie in tema di salute e vita sana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.