Vuoi essere felice? Inizia dall’intestino!

Sicuramente per te è importante essere felice e dunque dai molta attenzione alla tua felicità. Ma.. di QUALE felicità parliamo? Se tutti danno valore a quella dello spirito, della mente, del cuore…. non è altrettanto usuale che si pensi alla felicità del corpo. E ancor meno si pensa possa esistere una felicità dell’intestino. Eppure è proprio il benessere del nostro organismo che dovrebbe essere il nostro primo oggetto di attenzione.

Abbiamo selezionato per i nostri lettori un libro che tutti dovremmo tenere a portata di mano, soprattutto se siamo intenti a dimagrire senza successo. L’autrice con il suo entusiasmo ci trascina in un mondo che fino ad ora solo i medici specializzati erano grado di “digerire”. Ci aiuterà quindi scoprire un organo del nostro corpo così importante e così funzionale al nostro benessere.

Cosa fare per avere un intestino felice?

L‘intestino è un organo pieno di sensibilità, responsabilità e volontà di rendersi utile. Se lo trattiamo bene, lui ci ringrazia e ci fa del bene: l’intestino allena due terzi del nostro sistema immunitario. Dal cibo ricava energia per consentire al nostro corpo di vivere. E possiede il sistema nervoso più esteso dopo quello del cervello. Le allergie, così come il peso e persino il mondo emotivo di ognuno di noi, sono intimamente collegati alla pancia.

In questo libro la giovane scienziata Giulia Enders ci spiega cosa ci offre la ricerca medica e come ci può aiutare a migliorare la nostra vita. Lo fa con un linguaggio accessibile, spiritoso e piacevole, unito ai disegni esplicativi della sorella Jill. L’intestino felice è un viaggio istruttivo e divertente attraverso il sistema digestivo. Scopriremo perché ingrassiamo, perché ci vengono le allergie e perché siamo tutti sempre più colpiti da intolleranze alimentari.

Che aspettiamo allora ad essere veramente felici dentro?

Non perderti  Dieta anti-afa: gli alimenti migliori per sconfiggere il caldo

Un articolo di dimagrire 2.0 pubblicato il 21 Marzo 2017 e modificato l'ultima volta il 3 Luglio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *