Life120: la dieta di Adriano Panzironi per vivere 120 anni

Per la sua risonanza medatica non potevamo non parlare della Life120. Più che una dieta è un vero e proprio stile di vita improntato su una serie di abitudini volte ad allungare l’aspettativa di vita. Aiuterebbe infatti a scongiurare malattie moderne o degenerative come diabete, Alzheimer o disturbi cardiovascolari. Sarà vero?

In questo articolo analizzeremo pro, contro ed efficacia di questo discusso regime alimentare.

Su Cosa si Basa la Dieta Life120

La Life120 ha tre principi fondamentali, che permetterebbero appunto di arrivare fino a 120 anni di vita. Essi sono:

  • Alimentazione sana basata sulla cosiddetta paleodieta, ossia un regime alimentare basato sul consumo di carne, pesce, frutta e verdura, proprio come i nostri antenati della preistoria. La paleodieta prevede l’abolizione di cereali e legumi;
  • Attività fisica;
  • Assunzione di determinati integratori.

Inoltre nella preistoria gli uomini erano abituati a praticare molta attività fisica; sia per andare a caccia, sia per svolgere le mansioni più banali come dedicarsi all’approvvigionamento dell’acqua, gli uomini erano abituati a spostamenti a piedi per migliaia di chilometri.

Insomma la Life120 è un vero e proprio ritorno alle origini, quando i cibi erano semplici e non raffinati o pieni di grassi come quelli moderni; per esempio dolci, fritti, pizzette, merendine e succhi di frutta industriali.

Life120: Come Funziona e Chi l’ha Inventata

La Life120 è una dieta ideata da Adriano Panzironi, imprenditore e giornalista che ha scritto un libro totalmente dedicato a questo regime alimentare che sarebbe capace di garantire longevità. Il titolo del libro è “Vivere 120 anni. Le verità che nessuno vuole raccontarti” ed è uno dei più venduti degli ultimi anni; se vi ha incuriosito si può trovare online su Amazon o in libreria.

Come accennato nel paragrafo precedente, la Life120 prevede il consumo di tutti i cibi che i nostri antenati avevano a disposizione nel Paleolitico. I cereali, i carboidrati e i tuberi dovrebbero invece essere sostituiti con degli integratori contenenti spezie, aminoacidi, vitamine e olio di pesce.

Non perderti  Fame nervosa addio: come combatterla in 7 mosse

Pane, pasta e derivati sarebbero da abolire in quanto responsabili sia di numerose malattie, sia dell’aumento del grasso corporeo.

Per quanto riguarda invece i latticini, andrebbero assunti in quantità limitata perché anch’essi fonti di patologie e infiammazioni di vario genere.

La Life 120 dieta dimagrante non prevede dunque un preciso schema alimentare, bensì una serie di cibi consigliati e da evitare. Per chiarire ogni dubbio a chi desidera seguirla, esiste un apposito sito Internet, un canale YouTube chiamato appunto Life120 che conta oltre 70 mila iscritti e un’emittente televisiva; i canali menzionati sono ricchi delle testimonianze di persone di avrebbero tratto dei benefici dalla Life120.

Dieta Life 120 Contro Dieta Mediterranea

Panzironi è da sempre un acerrimo nemico della dieta mediterranea per via della sua alta percentuale di carboidrati; il tutto senza considerare che quella autentica non contempla le farine raffinate o piene di glutine, che in antichità nemmeno esistevano.

Tuttavia molte persone giurano di aver tratto numerosi benefici dalla life120, in quanto prima di iniziarla seguivano delle abitudini alimentari totalmente sbagliate. Questo regime ha pur sempre rappresentato un progresso, visto che propone di ridurre il consumo di zuccheri e grassi; cibi che, se assunti in grandi quantità, sono dannosi per chiunque.

Il successo di Panzironi si è registrato grazie al suo monitoraggio giornaliero dai diari alimentari dei suoi pazienti; da questi l’autore dello stile Life ha potuto constatare che nel nostro Paese si mangia male e si abusa di cibi elaborati, latticini e grassi saturi.

Insomma l’aspettativa di vita si è allungata; ma per moltissime persone gli ultimi 30 anni sono accompagnati dalla presenza costante di patologie croniche. Il tutto per via di abitudini alimentari sbagliate protratte per lunghissimo tempo.

Non perderti  Dieta anti-afa: gli alimenti migliori per sconfiggere il caldo

Adriano Panzironi Critiche e Attendibilità

La Life120 ha scatenato non pochi dibattiti e disappunto tra numerosi dietologi e nutrizionisti, tant’è che la ADI (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica) ha dichiarato la sua totale assenza di efficacia scientifica e ha chiesto l’intervento da parte del Ministero della Salute; anche perché a proporla è una persona per nulla specializzata nel settore dell’alimentazione.

In più questo regime dietetico risulta essere ben lontano dai principi di un’alimentazione sana sanciti da un documento redatto dal CNSA (Comitato Nazionale per la Sicurezza Alimentare).

L’abuso di carne rossa favorisce infatti l’insorgere del cancro e delle malattie cardiovascolari. Per il Comitato le proteine animali andrebbero limitate a favore di fibre e alimenti ricchi di vitamine come frutta, verdura e legumi.

Ciò che ha destato ulteriori sospetti sull’efficacia della dieta è stata anche la forte promozione degli integratori Life120 da assumere obbligatoriamente. Il business creatosi intorno al sistema Life integratori fa discutere anche per un’altra ragione: certamente i prodotti Life non esistevano ai tempi della pietra.

Life 120 Opinioni e Multa da Agcom

Lo scorso marzo 2019 Agcom (Autorità garante delle comunicazioni) ha multato per ben 260 mila Euro l’emittente televisiva Life 120 Channel, ritenuta responsabile di aver diffuso false informazioni e teorie assolutamente senza fondamento scientifico.

Inoltre ha accusato il programma Il Cerca Salute di aver trasmesso false informazioni in merito all’assunzione di farmaci o di seguire un determinato regime alimentare; col grave rischio di mettere a repentaglio la salute dei telespettatori e creare una grande disinformazione nutrizionale.

Sono note e durissime per Andrea Panzironi critiche degli esperti di nutrizione e salute. Il giornalista non solo, da anni, dispensa dei consigli senza possedere alcun genere di competenza, ma mette in vendita integratori creati proprio da lui. Gli ingredienti del circuito Life 120 integratori sarebbero inoltre di dubbia provenienza e per nulla utili a contrastare il morbo di Alzheimer, il cancro e altre patologie.

Non perderti  Metodo Montessori e DSA (Disturbi Specifici dell'Apprendimento)

Ma non è tutto. Panzironi ha ricevuto anche una denuncia da parte dell’Ordine dei medici di Roma e una sospensione per otto mesi dell’Ordine dei giornalisti; inoltre il Ministro della Salute Giulia Grillo lo ha segnalato all’Agcom per le medesime motivazioni, fondando il motto “Basta Panzironate”.

Oltre a questo recente episodio, lo scorso anno Adriano Panzironi ha guadagnato anche una multa di 476 mila Euro per la pubblicità occulta che riguardava la vendita e la distribuzione degli integratori 120Life creati dalla società di cui è titolare, che fattura ogni anno milioni di Euro.

Life120 funziona o è una bufala?

Insomma, “comunque se ne parli purché se na parli” sembra la caratteristica più evidente di questo strano stile di vita. Senza contare che in soldoni chi si affida allo stile Life è costretto a spendere una fortuna in vitamine e integratori vari: si assesta intorno ai 300 euro al mese l’importo che garantirebbe l’assunzione di tutti i nutrienti necessari per allungare la vita.

Dieta Life120 o meno, se si desidera perdere peso è sempre bene rivolgersi ad un nutrizionista o un dietologo esperto ed accreditato. Rimaniamo dell’idea che solo queste figure professionali possano validamente creare un regime alimentare personalizzato in base allo stile di vita, alle intolleranze e alle caratteristiche di ciascuno.

Stesso discorso per l’assunzione di integratori: MAI ricorrere a soluzioni fai da te, magari acquistando dei fantomatici prodotti miracolosi da siti web creati dall’oggi al domani. A parte i dubbi sull’efficacia, potrebbero contenere sostanze dannose per la salute.

Cosa ne pensate della Life120? Lasciate i vostri commenti!

5.0
04
Condividi questo articolo
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *