Massaggio anticellulite: ecco le tecniche che funzionano

Come sappiamo, sport e trattamenti mirati aiutano a potenziare gli effetti di ogni programma di dimagrimento. Tra questi, parleremo oggi del massaggio anticellulite.

Diciamo subito che il massaggio è un rimedio antichissimo che ha la funzione di attivare le risorse di tutto l’organismo. Stimola la circolazione, aiuta nel caso di gambe gonfie, rimuove le sostanze di scarto e tonifica il corpo.

Gli effetti di un buon massaggio non sono solo fisici: massaggiare la cute significa anche entrare in contatto col proprio “io”, risvegliare le emozioni, sciogliere con tocchi mirati i nodi emotivi, i blocchi e le paure.

Il massaggio anticellulite funziona?

Decisamente si. Particolamente efficace per combattere gli inestetismi causati dalla cellulite e dalla ritenzione idrica è la tecnica di linfodrenaggio manuale.

Ideato dal medico danese Emil Vodder, il linfodrenaggio è conosciuto come il metodo più utile contro edemi, stasi linfatiche, cefalee, cellulite, occhiaie e tutti i gonfiori provocati dal drenaggio insufficiente. Il massaggiatore esegue dei tocchi molto leggeri che hanno lo scopo di incanalare la linfa nella direzione di deflusso.

Prima di sottoporsi a massaggi anticellulite occorre come sempre essere certi di essersi affidati a mani esperte, chiedendo al medico di fiducia se le proprie condizioni di salute sono compatibili con la terapia.

Non perderti  Dieta dell'ananas: perdi 3 chili in 4 giorni

Il linfodrenaggio fai da te non sembra praticabile, per via delle manovre molto specifiche che richiedono l’uso di due mani per portare la linfa verso le stazioni di scarico.

Questo non significa che non sia possibile lavorare a casa per combattere l’inestetismo più diffuso tra le donne. Se per qualsiasi motivo non riesci a sottoporti a sedute costanti di linfodrenaggio, sappi che anche un buon automassaggio anticellulite può darti effetti visibili in poco tempo.

Massaggio anticellulite fai da te

Prima di illustrare le tecniche più efficaci ecco alcuni suggerimenti utili:

  • Scegli un momento tranquillo della giornata per dedicarti queste preziose e utili coccole.
  • Sii costante: il massaggio per cellulite va eseguito ogni giorno per 15-20 minuti, preferibilmente la sera.
  • Il massaggio anticellulite deve essere lieve, morbido e non procurare mai dolore. Sull’addome deve essere particolarmente leggero, sulle gambe va effettuato dal basso verso l’alto.
  • Aiutati con un olio essenziale mirato, magari preparato da te; ne bastano poche gocce in una normale crema idratante. Ecco la ricetta per un potente anticellulite che potrai preparare in casa.
  • Esegui il massaggio dopo una rapida doccia fresca: provocherà una contrazione benefica dei vasi sanguigni che irrorano il tessuto cutaneo.
Non perderti  Ritenzione idrica: rimedi e dieta per combatterla per sempre

Automassaggio anticellulite: come fare?

Ti proponiamo di seguito uno schema che potrai eseguire facilmente e si rivela utile soprattutto per i massaggi alle gambe. Ricorda che il tocco deve essere profondo ma lieve e non deve provocare dolore.

1. Strofinamento leggero: incomincia accarezzando in modo appena marcato le zone da trattare. Fai la stessa cosa al termine del massaggio.

2. Manovra “a collana”: per eseguire un buon massaggio drenante gambe metti le mani distese lungo le caviglie davanti e dietro, in modo che si congiungano i pollici da una parte e i mignoli dall’altra. Risali così fino all’inizio della coscia, premendo più decisamente sulla pelle. Insisti in questa fase su caviglie, polpacci e ginocchia.

3. Dissociazione: forma una piega nella zona dove è più evidente la cellulite, quindi stringila tra le dita e tirala col pollice di una mano in un senso, spingendo con l’altra mano in direzione opposta. Non bisogna insistere a lungo sullo stesso punto; meglio formare una nuova piega a ogni movimento, privilegiando i polpacci e le cosce. Per potenziare l’efficacia della manovra puoi aiutarti con le coppette anticellulite, che agiscono mediante suzione della zona da trattare.

Non perderti  Mirtillo nero: usalo così per gambe gonfie e cellulite

4. Impastamento: potrai potenziare il movimento precedente “impastando” il maggior spessore possibile di pelle, come si fa con la pasta del pane. Questa tecnica è particolarmente efficace sulla parte alta delle cosce, sui fianchi e sui glutei.

5. Schiacciamento: per proseguire un buon
massaggio drenante fai da te, su cosce e glutei stringi le mani a pugno e impasta con l’aiuto delle nocche le masse di cellulite.

6. Pressione: ritorna alla fase iniziale, toccando il corpo a mani distese, dalle caviglie fino all’inguine. Così aiuterai la circolazione a riattivarsi.

7. A conclusione rilassati qualche minuto. Potrai avvolgere il tuo corpo in un morbido accappatoio e sorseggiare un thé verde o una tisana drenante.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi social!

Condividi questo articolo
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *