Uova cancerogene? In uno studio sono associate al rischio di cancro alla prostata

Negli USA le uova sono il primo componente della prima colazione. In Italia il consumo di uova è forse molto più ridotto, ma un nuovo studio genera allarme anche qui da noi. Secondo la recente ricerca, infatti, mangiare uova è associato a un rischio maggiore dell’81% di cancro alla prostata aggressivo. Dunque le uova sono cancerogene? Cerchiamo di capirne di più.

Lo studio si trova pubblicato sulla rivista Cancer Prevention Research e ha un effetto a dir poco disorientante. La controversa scoperta associa il consumo di uova a un rischio significativamente più elevato di cancro alla prostata letale. I risultati sono stati riassunti in un articolo dell’Osher Center for Integrative Health presso l’Università della California, San Francisco.

Uova cancerogene? Lo studio

Ma cosa ha osservato la ricerca? Secondo lo studio prospettico pubblicato su Cancer Prevention Research, gli uomini sani che consumavano 2,5 o più uova a settimana hanno presentato un rischio maggiore dell’81% di cancro alla prostata letale rispetto agli uomini che consumavano meno di 0,5 uova a settimana.

Non perderti  Mangiare frutta contro la depressione: lo studio

Gli autori hanno ipotizzato che ciò fosse dovuto a un alto livello di colesterolo e colina nelle uova, che sono entrambi altamente concentrati nelle cellule del cancro alla prostata. Gli autori dello studio hanno concluso che “il consumo di uova può aumentare il rischio di sviluppare una forma letale di cancro alla prostata tra gli uomini sani”.

Già nel 2012, gli autori dello studio originale avevano esaminato in modo specifico il contenuto di colina e avevano scoperto che gli uomini nel quintile più alto di assunzione di colina (471 mg/die) avevano un rischio aumentato del 70% di cancro alla prostata letale. Sebbene la colina sia un nutriente presente in tutti gli alimenti animali, è più altamente concentrata nelle uova. In un solo uovo se ne trovano infatti 250 mg.

Prove insufficienti

In realtà non è ancora possibile parlare con certezza di uova cancerogene. Bisogna infatti sottolineare che il nesso di causalità non è stato ancora stabilito. La ricerca ha individuato solo un’associazione tra consumo di uova e incidenza del cancro. Tuttavia, altri studi hanno trovato tale associazione. Una meta-analisi pubblicata nel 2015 ha mostrato un rischio moderatamente elevato non solo di cancro alla prostata. Le persone con il più alto consumo di uova – più di cinque a settimana – hanno presentato anche un maggior rischio di cancro al seno e alle ovaie rispetto a quelle che non ne consumano affatto.

Non perderti  Adele dimagrita oltre 30 chili: il suo personal trainer rivela come ha fatto

La scoperta peraltro è duramente contrastata da altri organismi sanitari che contraddicono il legame tra consumo di uova e rischio di cancro. Com nel caso dell’olio di palma cancerogeno, saranno dunque necessarie nuove ricerche per confermare il nesso di causalità.

Un articolo di Alice Borghesini pubblicato il 28 Agosto 2022 e modificato l'ultima volta il 28 Agosto 2022

Alice Borghesini

Da sempre coltiva una grande passione per la scrittura che recentemente ha rivolto anche al mondo web. E' sempre alla ricerca delle ultimissime notizie in tema di salute e vita sana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *