Le 7 regole per dimagrire senza dieta e non ingrassare più

Sei a dieta da una vita e non ne puoi più di pesare gli alimenti e contare le calorie? Devi sapere che puoi mettere fine a tutto questo. Si può dimagrire senza dieta! Infatti non è assolutamente necessario avere un programma che giorno dopo giorno e pasto dopo pasto ti dica cosa devi mangiare e in quali quantità. Certo, avere un riferimento è sempre utile, soprattutto se da soli non si riesce e si deve combattere contro abitudini sbagliate e radicate negli anni.

In ogni caso, avere un programma alimentare strutturato e seguirlo alla lettera non è necessario. Basta seguire le poche regole del mangiar sano e i chili di troppo si scioglieranno come neve al sole. Arriviamo al dunque: come dimagrire senza dieta?

Ecco le 7 regole d’oro per dimagrire senza dieta 

1. Mangia la pasta e i carboidrati 

La prima regola riguarda la pasta e i carboidrati: non dovrebbero mai mancare e soprattutto non dovrebbero essere assunti da soli. Gli studi più recenti in tema di alimentazione hanno rivelato che il vero segreto per dimagrire e non prendere più il peso perduto è tenere sotto controllo la produzione di insulina. E’ l’ormone che regola i livelli di zucchero nel sangue, e, se stimolata in eccesso, favorisce l’accumulo dei depositi di grasso; per mantenerla a livelli ideali, ogni pasto dovrebbe contenere carboidrati ma anche una quota di proteine e grassi.

Slimcup 300x270

In questo modo l’indice glicemico del pasto si abbasserà, l’assorbimento intestinale verrà rallentato e altrettanto avverrà per la velocità con cui i cibi passano nel sangue sotto forma di zuccheri. L’organismo potrà utilizzare a scopo energetico gli zuccheri e non sarà costretto a convertire gli eccessi di grasso nei depositi. Forse ti sembrerà strano o forse ti hanno detto il contrario, ma è meglio mangiare un bel piatto di pasta col tonno piuttosto che un piatto unico di pasta al pomodoro.

Non perderti  10 alleati bruciagrassi per una splendida forma

2. Anticipa la fame 

Per poter contare su un apporto costante di energia evitando crolli energetici e attacchi di fame, non devi fare solo attenzione alle combinazioni alimentari, ma anche agli orari dei pasti. Per perdere peso occorre consumare pasti frequenti: mangiare ogni 3 ore ti aiuterà a scongiurare le abbuffate incontrollabili e ad accelerare il metabolismo. Infatti, ogni volta che mangerai, l’organismo consumerà energia extra per digerire e assimilare il pasto.

L’efficacia di questo sistema è stata dimostrata scientificamente; per citare uno degli studi più recenti, secondo un team di ricercatori inglesi dell’Imperial College di Londra, mangiare fino a 6 volte al giorno non è solo il segreto per controllare il peso e ridurre l’appetito, ma aiuterebbe a stabilizzare la pressione arteriosa e a prevenire malattie cardiovascolari. Mangiare poco ma più volte al giorno mantiene il metabolismo attivo per un tempo più lungo e, inoltre, favorisce l’assorbimento dei macronutrienti più importanti per assicurare l’efficienza dell’organismo. Ovviamente i pasti dovranno essere leggeri!

Leggi anche –> la dieta dei 6 pasti: e 10 chili vanno via!

3. Fai attenzione agli zuccheri nascosti 

E’ una vera e propria insidia: i prodotti pubblicizzati come “light”, “fat free”, “zero grassi” o affini nascondono un’insidia insospettabile: gli zuccheri. Spesso sono proprio questi i veri responsabili dei chili di troppo: infatti vengono assimilati velocemente dal nostro sistema digerente e provocano un incremento dei valori di glicemia. Questo porta ad un intervento massiccio dell’insulina che trasforma il glucosio in depositi di grasso.

Meglio allora diffidare di tutte quelle etichette attraenti che promettono un basso contenuto di grassi: nella totalità dei casi a questa riduzione fa da contraccolpo un aumento degli zuccheri, i veri responsabili dell’aumento di peso. Inoltre, per dimagrire senza dieta è necessario limitare i cibi che contengono troppi zuccheri semplici o raffinati, come la farina di tipo 00, o quantomeno consumarli insieme ad altri alimenti che contengono proteine, fibre e grassi che rallentano la loro assimilazione.

Non perderti  Vuoi essere felice? Inizia dall'intestino!

4. Dai al tuo corpo il giusto apporto di grassi 

Spesso chi è a dieta elimina istintivamente i grassi: insalate senza olio, tonno al naturale, yogurt magro… nulla di più sbagliato! Questo è un grave errore non solo per la salute, dal momento che i grassi sono fondamentali per il corretto equilibrio del nostro corpo, ma oltretutto, paradossalmente, non aiuta la perdita di peso. Sono numerosissimi gli studi che hanno dimostrato come una riduzione eccessiva dei grassi causa una riduzione della capacità dell’organismo di bruciarli efficacemente. Invece, se vuoi dimagrire denza dieta, mantenere una quantità ottimale di grassi aiuta a perdere peso di più e meglio, perché rallenta la velocità con cui il cibo viene trasformato in glucosio.

Quali grassi preferire? In un apporto quotidiano del 25-30% raccomandato dall’OMS dovrebbe esserci un’equa distribuzione tra grassi polinsaturi (olio di lino, olio di soia, olio di sesamo, pesce), monoinsaturi (olio extravergine d’oliva) e saturi (burro, carni e formaggi). Per le sue qualità antiossidanti l’olio d’oliva, comunque, è da preferire a tutti gli altri.

5. Fai una buona prima colazione

Chissà quante volte lo avrai sentito dire: la prima colazione è il pasto più importante della giornata. Non sembra inutile ribadirlo. Al mattino il metabolismo è più attivo; il primo pasto è dunque fondamentale anche per regolare i livelli di grielina, l’ormone responsabile del senso di fame. Proprio la colazione aiuta a ridurre la produzione di questo ormone nelle ore successive. Secondo uno studio del Wolfson Medical Center dell’Università di Tel Aviv, chi fa colazione riesce a perdere peso di circa il 30% in più rispetto a chi, a parità di calorie giornaliere, salta questo pasto. Cosa mangiare a colazione? Un buon apporto di zuccheri da frutta e cereali, e, come sempre, proteine.

Non perderti  Dimagrire senza dieta: le regole del prof. Berrino

6. Riduci il sale 

Per perdere peso, oltre alle calorie e all’indice glicemico, occorre fare attenzione ai liquidi in eccesso: provocano gonfiore, favoriscono la ritenzione idrica e peggiorano la cellulite. Per evitare tutto questo la soluzione c’è ed è molto semplice: abolire o ridurre drasticamente il sale. Questo infatti agisce come una spugna per via della sua composizione, trattiene i liquidi che quindi ristagnano nei tessuti provocando un accumulo di tossine.

Devi sapere che tutti i cibi al loro stato naturale contengono sodio, che quindi viene assunto già in quantità sufficiente senza bisogno di aggiungerlo. Inoltre, se ridurre il sale ti sembra una rinuncia in termini di gusto, basterà una settimana per scoprire e apprezzare il sapore autentico delle pietanze. Se proprio non riesci ad eliminare totalmente il sale, opta per il sale iposodico che contiene potassio, utilissimo per arginare la ritenzione idrica.

7. Varia l’alimentazione 

Infine, l’ultima delle regole d’oro che vogliamo darti per dimagrire senza dieta e palestra e non ingrassare più è evitare di mangiare sempre le stesse cose. Assicurare al nostro corpo tutti i nutrienti che servono è importantissimo, per non parlare dell’impatto psicologico positivo che la varietà del cibo può stimolare. Perdere peso non significa annoiarsi o peggio, accontentarsi di cibi tristi e monocolore! Un consiglio? Ogni settimana metti nel carrello della spesa un alimento che solitamente non mangi: frutta o verdura, cereali o pesce, proteine vegetali al posto della carne rossa.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi social! 

Un articolo di dimagrire 2.0 pubblicato il 4 Marzo 2018 e modificato l'ultima volta il 3 Luglio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *