La dieta non funziona? Stavolta devi assolutamente iniziarla così

Sei alla ricerca di un modo per dimagrire perché la tua dieta non funziona e hai tanti – troppi – tentativi non riusciti. Cosa puoi fare ancora? Dimentica per un attimo il programma che hai deciso di seguire e concentrati su quello che accade dentro di te, perché forse non lo sai ma tutto inizia da qui.

Per prima cosa abbandona subito l’idea che la dieta non funziona. Dedica allora un’intera giornata a fare il punto della situazione e a capire dove vuoi arrivare, accompagnando questo giorno da una dieta depurativa a base di verdura cruda. Metti in questo primo momento tutta la tua attenzione: dimagrire è anche e soprattutto una questione di testa, forse ancora di più una questione di cuore.

Hai dunque deciso che vuoi tornare in forma.

Ok, ma…. QUANTO, in forma?

Sappi che non potrai andare da nessuna parte se prima non avrai stabilito esattamente quale obiettivo vuoi raggiungere. Questo momento, allora, sarà estremamente utile perché avrai un’intera giornata da dedicare alla ricerca del tuo obiettivo. Prenditi allora tutto il tempo che ti serve per strutturare il tuo piano d’azione!

1. Perché la tua dieta non funziona? 

Non potrai mai andare da nessuna parte se non avrai prima capito dove sei adesso. Armati di bilancia e metro da sarto e inizia a segnare il peso e le circonferenze che misurerai ogni settimana: torace, vita, ombelico, fianchi, coscia e polpaccio, avendo cura di annotare il tutto in una tabella che compilerai ogni settimana. Subito dopo userai il seguente schema per ricavare l’IMC, per stabilire il grado di sovrappeso. E’ sufficiente tracciare una riga ideale tra la statura e il peso: il punto d’incontro ti dirà dove ti trovi.

dietaSvolgi queste operazioni con leggerezza e senza inutili sensi di colpa, predisponendoti mentalmente ad abbandonare lo stato che oggi non ti piace e ad accogliere una qualità della vita più alta.

2. Qual è il tuo obiettivo?

Questo momento è fondamentale non solo per avere un’idea precisa del “quanto” ma anche del “quando”. Certamente se il tuo obiettivo sarà perdere 5 Kg, non sarà la stessa cosa farlo in 5 settimane o in 5 mesi!

Quale che sia la tua prospettiva, quel che importa è quando iniziare: SUBITO!

Dopo aver preso nota del punto di partenza, armati di carta e penna; inizia a dirti esattamente cosa vuoi realizzare, avendo cura di fissare anche una data entro la quale il tuo programma dovrà concludersi. E’ fondamentale lasciare traccia scritta della propria decisione. Sarà sufficiente: “voglio perdere 10 chili entro il 10 agosto”.

In questa fase è importantissimo avere consapevolezza delle proprie possibilità. Fissare obiettivi troppo ambiziosi è controproducente non solo perché sarà più difficile raggiungerli, ma soprattutto per la ricaduta negativa del fallimento sulla motivazione – che invece deve rimanere sempre alta. Ad esempio poniti come obiettivo mezzo chilo a settimana …e se poi riuscirai a fare di più, tanto meglio!

Una volta stabilito il peso ideale e il tempo utile a raggiungerlo, fissa almeno 2 obiettivi intermedi, il che ti aiuterà a rendere più concreto il piano d’azione, permettendoti di aggiustare il tiro. Diventa quindi fondamentale monitorare periodicamente i risultati. Pesarsi ogni settimana, misurare le circonferenze, contare i fori della cintura che si è riusciti a stringere, sono attività utilissime a questo fine. Questo passaggio è importantissimo. Se alla fine della settimana non avrai raggiunto il peso programmato, potrai sempre recuperare la settimana successiva.

3. Fissato l’obiettivo, andiamo dritti al cuore di questo momento:

Perchè vuoi dimagrire?

Un aspetto troppo spesso trascurato al momento di programmare una dieta è l’impatto emotivo dell’obiettivo e il modo per mantenere alta la motivazione fino alla fine. L’entusiasmo non solo è utilissimo, ma indispensabile, perché rende il sacrificio una piacevole prova. Se non scatta la molla della motivazione, qualsiasi programma alimentare o fisico è destinato al fallimento.

Per innescare questo processo non bisogna mai smettere di dare attenzione al “perché” hai deciso di affrontare questa impresa. Non ci riferiamo ad uno slancio momentaneo, “ho visto quell’abito” – anche – ma al motivo profondo che ti porta a VOLER VERAMENTE DIMAGRIRE. 

Come scoprirlo? Prenditi ancora 10 minuti: una volta chiarito l’obiettivo da raggiungere, devi sforzati di vederti quando lo avrai raggiunto e percepire le sensazioni che potrai provare.

Come ti sentirai quando avrai perso il peso in eccesso? Cosa potrai fare? 

Puoi attingere alla tua memoria e trovare un momento della tua vita in cui eri in piena forma. Pensa a cosa ti emoziona di più. Puoi cercare vecchie foto, che renderai quotidianamente visibili. Puoi tirare fuori quei jeans che non metti da anni e tentare di indossarli ogni settimana. Infine proiettati nel futuro, rendendo questo futuro già presente e palpabile nelle emozioni che stai risvegliando. Se non hai un ricordo ben radicato cerca un riferimento: prova ad immaginarti in un corpo snello, agile e scattante, mentre vivi una vita dinamica e scattante.

Per tutta la durata della dieta prenditi 5 minuti al giorno. Richiama le sensazioni che hai provato immergendoti in questa nuova versione di te (leggerezza, minore affaticamento, sicurezza). Rendile concrete e assapora la soddisfazione che proverai. Se necessario rileggi questo articolo e annota tutto quello che hai vissuto; ti tornerà utile per trasformare giorno dopo giorno l’immagine di te.

Adesso puoi iniziare la tua dieta: stavolta funzionerà!