Nuoto: la cellulite ha i giorni contati!

Se la cellulite ti affligge sappi che geneticamente molte donne sono predisposte alla formazione di questo inestetismo. Questo però non significa che sarà inevitabile. E’ necessario ricordare che la cellulite è una degenerazione del grasso: dove non c’è grasso non c’è cellulite.  Se parliamo di grasso dobbiamo considerarne non solo la quantità ma anche il rapporto con la massa magra. Le donne che non praticano attività fisica e si mantengono magre solo con la dieta, dopo una certa età sviluppano inestetismi.  Infatti il grasso localizzato, anche se poco, è rilevante in rapporto al muscolo. Il risultato è una figura poco armoniosa, tessuti cadenti e inestetismi della cellulite che risaltano sempre più.

Oggi parleremo di uno dei più potenti mezzi per ottenere gambe e glutei sodi e asciutti.

Intanto a scanso di equivoci bisogna dire che risultati visibili e duraturi possono ottenersi solo con tanto sport, un’alimentazione sana e una buona dose di motivazione. Affideremo dunque il sogno di una silhouette snella e scolpita allo sport drenante per eccellenza: il nuoto. 

Hai mai visto un filo di cellulite su una nuotatrice?
Mentre cerchi di ricordarne una, sappi che il nuoto ha effetti straordinari sui ristagni di liquidi e sulla pelle a buccia d’arancia. L’acqua infatti provoca sul corpo una resistenza di circa 12 volte superiore a quella dell’aria. In questo modo i tessuti lavorano in maniera intensiva e vengono stimolate la circolazione sanguigna e quella linfatica.

L’effetto drenante dell’acqua si accentua semplicemente battendo velocemente le gambe. Se vuoi qualche suggerimento, Emmett Hines, esperto allenatore di nuoto, ha creato 60 esercitazioni e 16 modelli di programmi, ognuno dei quali fatto in modo da poter essere utile per il tuo livello di preparazione e per le tue necessità.

Che aspetti? Sbizzarrisciti: stile libero, dorso, cagnolino o tavoletta, ti permetteranno di scolpire il tuo corpo e di ottenere tantissimi benefici per la tua salute!